In attesa del Liverpool (impegnato nel monday night di domani sul campo del West Ham), il Manchester City ha dato una grande prova di forza contro l’Arsenal. I ragazzi di Guardiola, dopo il passo falso con il Newcastle, erano obbligati ad ottenere i tre punti per non dire addio alla possibilità di titolo; anche i Gunners avevano bisogno di un risultato positivo per rispondere ai successi di Chelsea e Manchester United in chiave quarto posto. Il match ha avuto un solo ed unico protagonista: Sergio Aguero; il talento argentino, con una splendida tripletta, ha trascinato i suoi al successo. Una vittoria che vale il momentaneo meno due dal primo posto e dimostra come il City sia pienamente in corsa per il titolo.

Aguero, tre goal per tre punti

Primo pallone buono, uno a zero City: un film già visto perché per il Kun si è trattato del secondo goal lampo dopo quello realizzato contro il Newcastle. Questa volta, però, l’esito finale è stato diverso con i ragazzi di Guardiola capaci di portare a casa l’intera posta in palio. Merito di? Sempre di Aguero in grado di realizzare altre due reti dopo il momentaneo pareggio dei Gunners. Un successo fondamentale per la classifica e il morale della squadra che, in questa stagione, ha perso qualche punto di troppo da situazione di vantaggio. Una tripletta che suona molto come un messaggio lanciato a gran voce ai Reds; per il titolo il City è presente e, con un Aguero così, neanche questo Liverpool sembra spaventare.

Arsenal, è ancora troppo presto

Una sconfitta pesante non tanto sotto l’aspetto del punteggio ma per quanto riguarda il profilo del gioco; il Manchester City ha nettamente dominato l’Arsenal con Guardiola vincitore nel confronto a distanza con Emery. Le sensazioni, però, sono positive: i Gunners, dopo l’era Wenger, sta cercando di cambiare pagina e i presupposti ci sono. Servirà tanto lavoro e molta pazienza ma questa squadra sembra destinata ad avere un futuro roseo.