L’Ajax si sta avvicinando alla delicata sfida contro la Juventus e lo sta facendo nel migliore dei modi: dalla sosta per le nazionali, gli 11 di Ten Hag hanno battuto il Psv nello scontro diretto, raggiunto i Boeren in testa alla classifica e hanno tagliato il traguardo dei 100 gol in campionato. Gli olandesi sono l’unica formazione che è salita in tripla cifra nei 7 migliori campionati d’Europa: un passo incredibile che deve essere da monito ai bianconeri.

AJAX, UN ATTACCO SOPRA LA MEDIA EUROPEA

L’Ajax, da inizio stagione, ha sempre sottolineato l’elevata tendenza ad andare in rete: in Eredivisie, i biancorossi, hanno raggiunto la quota di 100 gol con il Psv ad inseguire ad 87. Una media incredibil

Ajax

Fonte immagine: ad.nl

e per i ragazzi di Ten Hag che realizzano 3.5 marcature ogni 90 minuti: tutto questo è stato conquistato con sole 29 giornate in una competizione a 18 squadre. Tadic è il bomber della rosa con 20 sigilli seguito a ruota da Ziyech (15), Huntelaar (11), Dolberg (10) e Neres (8). Oltre il reparto offensivo, anche i centrocampisti hanno dato il loro contributo con Van de Beek a quota 8, Schone a 4 e il difensore Blind a 5 nella sua miglior stagione sotto il punto di vista realizzativo. Grazie al tecnico, ex Utrecht, l’Ajax ha abbracciato pienamente un calcio offensivo, cinico e travolgente che non ha trovato ostacoli ad esplodere in Olanda e soprattutto in Europa, vista l’eliminazione del Real Madrid da parte degli ajacidi.

Ma come è la situazione negli altri campionati top in Europa? Voliamo in Premier, la nazione più seguita e con il calcio migliore del vecchio continente. Il campionato è dominato da Machester City e Liverpool che si alternato in testa alla competizione: al momento, i ragazzi di Guardiola, hanno siglato 83 centri in 32 gare (media di 2.5), mentre i Reds 75 in 33 partite (media di 2.3). Spostiamoci nel nostro campionato, la Serie A, dove il tasso di realizzazione è ancora più basso rispetto all’Inghilterra. Infatti, la leadership di miglior attacco è condivisa tra Juventus e Atalanta in testa entrambe con 64 gol all’attivo in 31 incontri (2.1 di media): subito dopo c’è il Napoli di Ancelotti con 58 reti in 31 giornate (1.9 di media). Situazione molto simile nella vicina Spagna: ne LaLiga, l’unica formazione a distanziarsi è il Barcellona con 81 centri in 31 partite (media di 2.6) mentre i due club di Madrid seguono a ruota con una precisione molto più bassa sottoporta. I blancos sono a quota 55 in 31 turni (1.8 di media), mentre i ragazzi del Cholo a sole 45 marcature in 31 gare (1.5 di media). Chiudiamo con la Ligue 1 i campionati a 20 squadre: il PSG è l’unica vera formazione che si va a distaccare dalle altre con i suoi 89 gol in 30 sfide (3 di media).

Passiamo alle due competizioni restanti con 18 club e quindi ci trasferiamo prima in Germania. In Bundesliga, proprio nell’ultima giornata, il Bayern ha battuto il Dortmund nello scontro diretto riconquistando la vetta della classifica. Kovac può essere soddisfatto dei suoi ragazzi con i 74 sigilli all’attivo in 28 giornate (2.6 di media) mentre il gialloneri inseguono a 66 in 28 incontri (2.4 di media). Situazione molto simile anche in Portogallo, nella Primeira Liga: il torneo vede a pari punti, in testa, sia il Porto che il Benfica che si stanno contendendo il titolo. I ragazzi di Conceicao, che hanno eliminato la Roma in Champions, non brillano per vena realizzativa con solo 58 gol in 28 partite (2.1 di media). Diverso il discorso per il Benfica che sta dominando anche a livello di reparto offesivo con 77 realizzazioni in 28 giornate (2.7 di media).

L’impresa dell’Ajax acquista ancora più valore, considerando che formazioni come Barcellona o Manchester City sono molto distanti a livello di media realizzativa. L’unico che tiene il passo è il PSG che sta dominando il campionato nonostante l’eliminazione in Champions. La Juventus è avvisata: servirà una grande gara soprattutto sotto il punto di vista difensivo per poter strappare un risultato utile per puntare alla semifinale.