Albania e Israele lanciano il guanto di sfida: nel giorno in cui Italia e Spagna duellano per il ruolo di primatista del girone le altre quattro rivali si confrontano per capire chi  ha la stoffa per rimanere in scia il più possibile.

Il primo vero segnale lo lancia l’Albania che dopo due giornate conduce a punteggio pieno e sfrutta al meglio il passo falso a braccetto di Italia e Spagna: un successo per balzare momentaneamente al comando e godere al meglio del calendario favorevole in questo avvio di cammino verso Russia 2018. L’Albania ha battuto per 2-0 il Lichtenstein fuori casa e per quanto non sia una vittoria granché prestigiosa rimane comunque un successo esterno. All’autorete iniziale di Jehle ha replicato il gol del bomber Balaj, giocatore fondamentale per gli equilibri offensivi albanesi visto che è proprio l’attaccante del Terek Grozny a dover reggere il peso del reparto offensivo. Difficile tenere il passo in un girone che non dà chance alle terze classificate ma questa nazionale ha dimostrato di saper sorprendere e sarà sicuramente l’ago della bilancia per l’assegnazione del primo posto.

Israele invece vince una partita molto più complicata in trasferta: dopo il KO interno contro i nostri azzurri la nazionale israeliana ha espugnato lo stadio di Skopje che domenica prossima ospiterà proprio l’Italia. Partita molto più equilibrata nei valori in campo che ha visto prima andare in doppio vantaggio Israele grazie alle reti di Hedem e del solito Ben Chaim per poi venire clamorosamente riaperta dal gol del palermitano Nestorovski e quasi rimessa in parità visto che al 95’ Jahovic ha sbagliato il calcio di rigore del pari. Punti importantissimi per Israele che proverà in tutti i modi a soffiare all’Albania la terza piazza che ricordiamo non porta comunque ad alcun risultato ma ha allo stesso tempo grande prestigio visto il valore delle probabili prime due classificate.