Il calciomercato invernale è l’occasione giusta per rimediare agli errori estivi o per rinforzare la squadra in vista del girone di ritorno. Il Parma Calcio ha colto subito l’occasione e ha portato, alla corte di D’Aversa, la punta Alessio Da Cruz, talento olandese. Il ragazzo, classe ’97, è stato acquistato dal Novara,in estate, e i gialloblu sono stati costretti a muoversi in anticipo per bruciare l’interesse di importanti squadre europee tra le quali sembra esserci anche l’Arsenal di Wenger.

LA STORIA DI DA CRUZ: DAL TWENTE AL PARMA

Alessio Da Cruz nasce nel 1997 ad Almere in Olanda e si avvicina al calcio giocando nelle giovanili dell’Ajax tra il 2007 e il 2010. Gli ajacidi non vedono in lui grandi potenzialità e il ragazzo viene rispedito a casa dove continuerà ad allenarsi con i giovani dell’Almere City. Dopo un solo anno, deciderà di puntare su di lui il Twente che fa trasferire la punta ad Enschede e, dopo 4 anni di giovanili, riuscirà ad esordire nel 2015 in Eredivisie contro l’Ado den Haag. Purtroppo per lui, disputerà solamente 3 gare con la maglia dei Tukkers mentre con la formazione Jong viene schierato in 6 occasioni, gonfiando una volta la rete. Nel 2016-2017 viene presa la decisione di mandarlo in prestito al Dordrecht con i quali giocherà 29 gare siglando 5 gol. Un ottimo bottino vista la sua giovane età, ma le sue potenzialità non convincono il Twente che preferisce non rinnovare il contratto e lasciarlo partire a parametro zero. I Novara fiuta l’occasione e tessera Da Cruz e l’impatto con la Serie B è ottimo: nel girone d’andata viene schierato per 19 volte con 5 gol all’attivo. Le caratteristiche del giovane hanno colpito gli osservatori del Parma che, nel mercato invernale, sono riusciti a bruciare la concorrenza e a portare il talento olandese in gialloblu.

PARMA: DA CRUZ È IL PROSPETTO GIUSTO PER L’ATTACCO

Il Parma Calcio si è mosso con estremo anticipo assicurandosi per 3 milioni le prestazioni dell’olandese: Da Cruz è stato corteggiato da diverse squadre europee importanti, tra le quali spicca l’Arsenal che aveva iniziato a parlare con il procuratore del ragazzo. Nei mesi scorsi, infatti, sulla tribuna dello stadio Piola è stato avvistato Francis Cagigao, scout dei Gunners e fedelissimo di Wenger: proprio per questo motivo, i gialloblu hanno voluto velocizzare il trasferimento, acquistando la punta che tanto ha fatto bene in questi primi 6 mesi italiani. L’ex Twente ha dimostrato di avere un’ottima corsa e un dribbling che gli permette di saltare facilmente l’avversario. Riesce ad incunearsi nelle linee difensive e a trovare spazio per sfoderare il suo destro che non lascia scampo. Bravo anche di testa, facilitato dai 188 cm che madre natura gli ha regalato alla nascita. Un gioiellino tutto da scoprire soprattutto ora che le responsabilità aumentano visto l’interesse degli emiliani di accedere alla prossima Serie A dopo il pugatorio vissuto a causa del fallimento. Da Cruz ha messo subito le cose in chiaro in conferenza stampa, sottolineando il ruolo che predilige maggiormente: “Sono felice di essere arrivato in un club importante e con una grande storia alle spalle. Il ruolo che prediligo? La prima punta”.

Una scommessa che tecnico e società vogliono vincere per avere a disposizione una stella da poter poi rivendere per garantire entrare importanti al club. Vi lascio con un video che mette in risalto tutte le sue qualità: