Il Mondiale è sempre più vicino, e nel cuore dei tifosi italiani cresce sempre più il magone per non poter veder scendere in campo la Nazionale, per non poter riunirsi in piazza o su un divano con il tricolore sulle spalle e condividere tutti assieme momenti indimenticabili.

I nostri 23 non sono riusciti a strappare il pass per la Russia, però un italiano ci sarà alla Coppa del Mondo, non vestirà l’Azzurro ma difenderà i pali del Senegal, il suo nome è Alfred Gomis. 

Nato a Ziguinchor nel 1993 è arrivato in Italia a soli 3 anni, prima a Cuneo, poi a Torino e poi ancora su e giù per lo stivale per giocare a calcio. Secondogenito di una dinastia di portieri, di cui capostipite era il padre venuto purtroppo a mancare nel 2016 a soli 51 anni. Charles, così si chiamava, portò la sua famiglia nel Bel Paese per potergli regalare un futuro migliore e così mentre i suoi figli inseguivano il loro sogno dietro un pallone, lui li sosteneva lavorando come operaio e muratore nei cantieri e sulle strade stendere colate d’asfalto, diventando un esempio e un riferimento per tutti loro.

Alfred Gomis è reduce da una buona stagione con la maglia della Spal, durante la quale ha totalizzato 28 presenze complessive, andando così a contro lo stereotipo secondo cui i portieri di origine africana non sono molto affidabili. Basti pensare Alfred è soltanto il secondo ad aver giocato in Serie A, e il primo fu suo fratello maggiore Lys che scese in campo 40 minuti di un Genoa-Torino subentrando a Padelli nel 2013.

Alfred ha inoltre altri due fratelli il classe 1997 Maurice che nell’ultima stagione ha difeso la porta della Nocerina in Serie D, la meno battuta d’Italia con sole 20 reti subite, e poi c’è il piccolo David che però al momento sembra preferire segnare piuttosto che parare.

Dopo un viaggio fatto la scorsa estete in Senegal, da dove mancava da 15 anni, Alfred Gomis ha deciso di riavvicinarsi alle proprie radici e di giocare per il paese africano, nonostante in passato avesse fatto uno stage con l’Under 20 di Di Biagio e giocato con la B Italia. 

Gomis non è sicuro di essere titolare con i Leoni della Teranga, avendo giocato una sola gara contro il Sud Africa durante le qualificazioni essendo l’ultimo arrivato, ma ce la metterà tutta per convincere Aliou Cissé e portare anche un po’ di Azzurro a questo Mondiale.