Il calciomercato entra nel vivo, soprattutto in Spagna, dove giunge un altro De Jong dopo la presentazione recentissima di Frenkie al Barcellona. Luuk abbandona il Psv per volare nella penisola iberica, alla corte del Siviglia, per tentare quel salto di qualità che è sempre mancato nella sua carriera. L’attaccante ha un ottimo fiuto del gol e lo ha dimostrato anche in Champions con i Boeren e questa è l’occasione giusta per consacrarsi definitivamente.

IL SIVIGLIA TROVA IL SUO BOMBER: LUUK DE JONG DICE ADDIO AL PSV

Luuk de Jong abbandona, dopo 5 anni di onorato servizio, il Psv, la sua casa in Olanda: con il club ha potuto alzare al cielo 3 Eredivisie e 2 Johan Cruijff Schaal sotto la guida di Cocu. Con il suo ex allenatore, però, non ha mai centrato il titolo di capocannoniere, nonostante il suo costante vizio di chiudere il doppia cifra: è dovuto arrivare Van Bommel per poter centrare questo traguardo, tante volte sfiorato e mai raggiunto veramente.

I suoi numeri, nei Paesi Bassi, sono senza dubbio incredibili: il suo apporto ha anche permesso al Twente di centrare il titolo nel 2009-2010 insieme anche a 2 Johan Cruijff Schaal e una KNVB Beker. Ha vinto sempre qualcosa, ovunque sia andato: con i biancorossi di Eindhoven ha totalizzato 94 reti in Eredivisie scendendo in campo in 154 occasioni. Solo nell’ultimo torneo ha messo a segno 28 realizzazioni che gli hanno permesso di chiudere in testa alla classifica cannonieri insieme al rivale Tadic, anche lui autore di un’annata straordinaria.

Dopo due esperienze all’estero, non proprio entusiasmanti, con il Borussia Mönchengladbach e il Newcastle, Luuk de Jong riprova ad espatriare per giocarsi l’ultima vera carta per consacrarsi anche al di fuori nella sua nazione. L’attaccante accetta la proposta del Siviglia che versa nelle casse del Psv la somma di circa 15 milioni di euro. Il ragazzo diventa un nuovo tassello della rosa di Joaquin Caparros Camino. I biancorossi prediliggono un 4-2-3-1 con Ben Yedder come massimo riferimento offensivo: De Jong andrebbe a prendere proprio il suo posto per un turn over che potrà dare più freschezza ad un reparto impegnato in 3 diverse competizioni. In caso di 4-4-2, ex Boeren giocherebbe accanto al collega francese o anche a El Haddadi, spesso impiegato come seconda punta affianco a Ben Yedder lo scorso anno, nonostante sia più una mezz’ala.

Il Siviglia ha voluto alzare il livello del proprio attacco, andando a pescare un cannoniere completo, in grado di bucare la porta sia di piede che di testa. Perfetti gli inserimenti senza palla e la capacità di trovare lo spazio nell’area avversaria nonostanti le asfissianti marcature. De Jong deve ora dimostrare di riuscire a fare queste cose anche in campi diversi da quelli olandesi: Monchi gli sta concedendo l’occasione della vita e starà a lui coglierla al meglio.