L’Aston Villa raggiunge il Fulham nella finale dei playoff di Championship a Wembley; al Villa Park finisce infatti 0-0 il match di ritorno tra i Villans e il Middlesbrough dopo l’uno a zero firmato Jedinak al Riverside Stadium. 

La formazione di Steve Bruce si guadagna la possibilità di tornare in Premier League dopo due stagioni rispettando il pronostico che la vedeva peraltro come la grande favorita ad inizio anno. La doppia sfida contro il Boro ha confermato la superiorità dell’Aston Villa che dopo aver ottenuto il successo in trasferta, ha gestito senza particolari apprensioni il match di ritorno. La gara di questa sera giocata davanti ad oltre quarantamila spettatori ha lasciato poco spazio allo spettacolo con i padroni di casa forti del vantaggio acquisito all’andata, ma un po’ troppo nervosi e inquieti, con la grande pressione tipica compagna delle squadre favorite, pronta a giocare un brutto scherzo. Di fronte però c’era un Middlesbrough fin troppo timoroso considerando che per ribaltare il risultato erano necessari due reti. I Villans così hanno avuto vita relativamente facile guidati dall’esperienza dei tanti giocatori abituati a queste partite; dal capitano John Terry a Snodgrass, da Jedinak ad Hutton. Tra i migliori, se non il migliore in assoluto per i padroni di casa, c’è sicuramente Jack Grealish, per l’ennesima volta protagonista di una gara sontuosa. Tra gli ospiti c’è poco da salvare dopo una partita dove è mancato soprattutto il coraggio, e a nulla è servito il forcing finale quando ormai la situazione era già abbastanza compromessa.

Dunque l’appuntamento conclusivo di questa stagione di Championship è per il 26 maggio come sempre a Wembley dove si sfideranno il Fulham terza classificata e l’Aston Villa quarta. Difficile se non impossibile azzardare un pronostico tra due squadre ricche di giocatori di qualità che probabilmente vedremo in Premier a prescindere dall’esito della finale. Non è un azzardo dire che era la finale che tutti aspettavano e si aspettavano, quindi non ci resta che aspettare impazienti sabato 26 maggio.