Il calciomercato sta facendo girare grandi nomi in Europa con ogni formazione intenta a puntellare i ruoli dove risulta più debole: stessa filosofia vale per il Fulham di Ranieri che ha bisogno disperatamente di un attaccante per segnare gol importanti per la salvezza. L’occasione è arrivata, precisamente dalla Turchia e porta il nome di Ryan Babel, vecchia conoscenza della Premier e pronto a mettersi in mostra con il suo stravagante look alla tenera età di 32 anni. Il tecnico italiano, dopo l’impresa con il Leicester, proverà a ripetersi con i bianconeri di Londra per una permanenza nella massima serie che sembra una vera e propria utopia.

BABEL, L’ULTIMA OCCASIONE PER METTERSI IN MOSTRA

Che fine aveva fatto Babel? L’olandese, dopo l’esperienza in Premier e l’esplosione con la maglia del Liverpool ha vagato per Germania, Spagna, Emirati Arabi ed infine Turchia in cerca di un progetto e di una società che puntasse su di lui. Il punto più alto della sua carriera arriva proprio con la maglia dei Reds dove riesce a far innamorare tanti club del vecchio continente per le sue doti di accelerazione e dribbling che non lasciano scampo all’avversario insieme ad un’ottima tecnica che lo hanno reso pericolosissimo nei pressi dell’area di rigore.

In Germania, precisamente all’Hoffenhein, tanta fiducia e un apporto realizzativo veramente troppo basso. La Bundesliga non fa per lui e neanche l’Ajax riesce a risollevarlo (club che lo ha lanciato nel calcio professionistico), costringendolo a vagare in lungo e in largo per l’Europa fino a portarlo definitivamente al Besiktas dove si riscopre giocatore e atleta: Babel, con la maglia bianconera di Istanbul, torna in doppia cifra nella stagione 2017-2018 con ben 13 centri in 32 partite. Con il club turco riesce a vincere anche un campionato e a tornare nel giro della nazionale che lo richiama in cerca di un talento in grando di riaccendere una squadra priva di gioco e di anima. Dopo 6 anni dall’ultima apparizione, che risale al 2011, l’ex Liverpool indossa la casacca Oranje grazie ad Advocaat che lo nota con il Besiktas: le sue prestazioni non bastano a qualificare l’Olanda al Mondiale di Russia.

Nella stagione attuale, solo 12 presenze e 4 reti nella Super Lig turca: l’occasione giunge con la chiamata del Fulham alla ricerca di una punta che possa salvare un club vicinissimo alla retrocessione. Ranieri riesce a convincere la punta e l’olandese torna in Premier dopo l’ultima partita disputata nel 2011 con il Liverpool. La formazione di Londra ha bisogno di un attaccante per poter puntare alla permanenza nella massima divisione: il tecnico italiano è riuscito a strappare qualche buon risultato, ma il vero gap giunge dal reparto offensivo troppo sterile e senza un leader di peso. C’è bisogno di frizzantezza e di una scossa e Babel è l’uomo giusto per apportare un cambiamento positivo: nel 3-4-3, il trentaduenne andrebbe ad occupare il posto di Sessegnon affiancando la punta Mitrovic e il collega di reparto Schurrle. I due hanno regalato 14 delle 20 realizzazioni totali del club e serve la mano di un esperto della competizione per tentare il miracolo. Se Ranieri, invece, optasse per un 4-4-2 più coperto, l’attaccante occuperebbe il ruolo di seconda punta a fianco di Mitrovic, anche se questo modulo è stato adottato raramente.

Babel arriva con grandissime aspettative al Craven Cottage, soprattutto dopo i 2 ko raccimolati dal Fulham in campionato: il suo dinamismo, il suoi colpi di genio e la sua tecnica potrebbero essere le armi adatti per salvare Ranieri e la società dalla retrocessione.