La sedicesima giornata di Liga si apre con l’anticipo tra il Siviglia ed il Girona. I padroni di casa, dopo aver passato il turno in Europa League, dovevano vincere per rispondere al successo esterno dell’Atletico Madrid maturato ieri pomeriggio e per raggiungere il Barcellona e proprio i Colchoneros in testa alla Liga. Discorso diverso per il Girona, reduce dalla sconfitta con il Bilbao ma vogliosi di riscatto per restare sul treno dell’Europa. Alla fine hanno vinto i ragazzi di Machín che, grazie alle reti nel secondo tempo di Benega e Sarabia, si portano in testa alla classifica; e stasera si spera nel Levante.

Banega sblocca, Sarabia chiude: il Siviglia è primo

Non era una partita semplice per il Siviglia; sia per la pressione dettata dalle vittorie, di eri, di Atletico e Real Madrid sia per l’avversario, quel Girona che prima di oggi vantava la quarta miglior difesa del campionato. Banega e compagni, però, hanno interpretato nel migliore dei modi la gara scegliendo alla perfezione quando affondare il colpo. L’uno due maturato nel giro di pochi minuti ha spezzato la difesa del Girona, spianando la strada agli uomini di Machín; una vittoria fondamentale perché conferma la voglia del Siviglia di essere attore protagonista in una stagione dove il Barcellona e il Real Madrid non sembrano imbattibili. Una vittoria importante perché, ora, la pressione è tutta sulle spalle (anzi sui piedi) dei blaugrana obbligati a vincere questa sera per riprendere la testa della Liga. Discorso diverso per gli uomini di Sacristán, a secco di successi da quasi un mese; la sconfitta odierna potrebbe complicare i piani europei di Stuani e compagni che rischia di vedere scappare le dirette concorrenti per un posto nella prossima Europa League. Il Siviglia ride, il Girona no: due facce della stessa medaglia. Il campionato, però, è ancora lungo e entrambe le squadre sono in piena lotta per raggiungere i rispettivi obiettivi.