Negli ultimi 3 anni, sembra arrivare come le rondini in primavera, la super sfida tra Barcellona e Juventus, valevole per la Uefa Champions League: il girone D ci offre alla prima giornata il confronto tra due delle protagoniste europee degli ultimi anni, tra due delle squadre più in forma del momento; Valverde ed Allegri si incrociano per la prima volta da allenatori e arrivano entrambi da due vittorie (5-0 per il Barcellona contro l’Espanyol, 3-0 della Juventus sul Chievo), con il primo con dubbi di formazione da risolvere dati dalle condizioni precarie di alcuni giocatori (Rakitic per il Barcellona) e con il secondo che è costretto a schierare una formazione con interpreti nuovi a causa di convocazioni precarie (19 convocati per la Juventus, con assenze eccellenti come Chiellini e Mandzukic).

Andiamo a scoprire adesso i 5 motivi per guardare il match:

  1. Come il numero di Gianluigi Buffon, arrivato alla 151° presenza e alla sua 16° edizione della Uefa Champions League. Un traguardo per il portiere della Juventus, che anche stasera, cercherà di difendere la sua porta da capitano contro una delle squadre offensivamente più dotate della Uefa Champions League. Una curiosità: il numero 10 del Barcellona è uno dei più grandi giocatori della storia a non aver ancora segnato a Buffon; sarà questa la serata giusta?
  2. 10 sono stati i giocatori che si sono trasferiti dalla Mole Antonelliana alla Rambla o viceversa, alternandosi con la maglietta bianconera della Juventus o blaugrana del Barcellona: solo l’anno scorso Dani Alves ha vestito la maglia bianconera, dopo essersi trasferito a parametro zero dal Barcellona; altri nomi altisonanti sono Zambrotta, Thuram, Davids, Laudrup e Caceres.
  3. 9 come i match disputati tra le due compagini, che portano ad una situazione di perfetto pareggio: 3 vittorie della Juventus,3 pareggi,3 vittorie del Barcellona; anche nelle reti segnate le due squadre si equivalgono, con 10 reti segnate a testa.
  4. Andrès Iniesta: sogno proibito del mercato estivo della Juventus, è uno degli obiettivi per il prossimo mercato dei parametro zero, condotto da Giuseppe Marotta e Fabio Paratici. Oltre le smentite ufficiali dei diretti interessati e del Barcellona, “don Andrès” non è ancora convinto di voler rimanere nella città che lo ha cresciuto dalla cantera fino al tetto del mondo. Uno dei centrocampisti più intelligenti del 20°/21° secolo, una delle leggende che insieme a Buffon renderà ancora più interessante questa partita.
  5. Infine la numero 10: Messi vs Dybala, il presente contro il futuro,così simili ma così lontani da sembrare di due mondi diversi. C’è chi a Barcellona pagherebbe già per vederli giocare assieme da domani, e chi per paura di bruciare il numero 10 della Juventus, lo vorrebbe quando la “Pulce” si sarà ritirata: questa sfida non decreterà sicuramente chi è il più forte dei due, ma sicuramente vedere due mancini così nel museo del calcio del “Camp Nou” sarà uno spettacolo per gli occhi dei 110 spettatori attesi.

 

Probabile formazione Barcellona:

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Semedo, Piqué, Umtiti, Alba; Rakitic, Busquets, Iniesta; Messi, Suarez, Dembelé.

All.: Valverde

Probabile formazione Juventus:

Buffon; De Sciglio, Barzagli, Benatia, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Higuain, Dybala.

All.: Allegri