“So chiaramente dove giocherà, lo si sa da marzo: al Barcellona”. Con queste dichiarazioni Gil Marin, amministratore delegato dell’Atletico Madrid, ha messo fine alle voci sul futuro di Griezmann; le Petit Diable dal primo luglio sarà un nuovo giocatore Blaugrana con il club pronto a pagare la clausola rescissoria da 120 milioni. Un affare che sarebbe dovuto andare in porto l’estate scorsa ma Griezmann decise di rinnovare con i Colchoneros nel tentativo di arrivare al Wanda Metropolitano per giocarsi la finale di Champions League. Obiettivo fallito ed allora, con un anno di distanza, il matrimonio Barca-Griezmann si può fare; l’operazione rappresenta una chiara risposta al mercato stellare del Real Madrid che ieri ha ufficializzato l’acquisto di Mendy dal Lione.

Come cambia il Barcellona con Griezmann

L’arrivo di Antoine Griezmann alza (e di molto) il livello dell’attacco Blaugrana e regala a Valverde un elemento di assoluta qualità per provare a vincere tutto. Messi, Suarez, Griezmann, Coutinho, Dembélé e Malcom: il reparto offensivo del Barcellona ha molte alternative; forse troppe nonostante ci siano tre competizioni da disputare. Ci sarà qualche cessione importante? Probabilmente si e l’indiziato numero uno a lasciare il Camp Nou sembra essere Coutinho; l’ex Inter non ha convinto all’interno di una stagione in cui poteva fare molto di più. Ma torniamo a Griezmann: le Petit Diable, insieme a Messi e Suarez, andrebbe a comporre il tridente titolare del Barca (prepariamoci a vedere un calcio spettacolare con questi tre uno di fianco all’altro). Il francese ama svariare su tutto il fronte offensivo per non dare punti di riferimento agli avversari. Letale negli ultimi venticinque metri sia per la sua capacità di vedere la porta sia per l’abilità nel mettere il compagno di fronte al portiere (15 goal e 8 assist nell’ultima Liga).

Questa operazione rende contento anche Valverde. Il tecnico, lo scorso gennaio, aveva chiesto un attaccante di riserva per far rifiatare Suarez. Arrivò Boateng il cui impatto fu tutt’altro che positivo. Griezmann può ricoprire anche il ruolo di prima punta e questa sua duttilità potrà rivelarsi fondamentale nel corso della prossima stagione. A differenza di Coutinho, le Petit Diable è più decisivo e partecipa maggiormente alla manovra offensiva. Un salto di qualità importante per una squadra che vuole vincere tutto.

Messi-Suarez-Griezmann: il divertimento è assicurato.