L’ultimo atto della stagione di calcio spagnolo si gioca al Benito Villamarín tra Barcellona e Valencia. I blaugrana arrivano a questa sfida dopo aver vinto la Liga e cercano la doppietta per chiudere con un altro trofeo; i ragazzi di Marcelino, invece, vogliono coronare una grande annata alzando la Copa del Rey. Parte ovviamente favorita la squadra con Messi e non solo per la presenza dell’argentino; in una gara secca, però, può succedere di tutto e allora attenzione alla voglia dei Nervionenses pronti a compiere l’impresa.

Quanto vale la Copa del Rey?

Novanta minuti per decidere la finale della Copa del Rey; una gara fondamentale per entrambe le squadre. Il Barcellona vuole alzare il trofeo per la trentunesima volta (la quinta consecutiva) e chiudere una stagione positiva ma non esaltante. Per i ragazzi di Valverde chiudere con un successo vorrebbe dire riscattare la clamorosa eliminazione subita in semifinale di Champions League per mano del Liverpool. Un passo falso difficile da mandar giù visto l’ampio vantaggio ottenuto nella gara di andata e il pensiero che il Barca avesse imparato la lezione di Roma dell’aprile 2018. Per cancellare dalla mente dei giocatori quella serata esiste una sola possibilità: vincere la Copa del Rey.

Discorso diverso per il Valencia che vuole rendere ottima una stagione, tutto sommato, positivo. L’annata di Guedes e compagni ha portato un quarto posto (soffiato all’ultima giornata al Getafe) ed una semifinale di Europa League dove i ragazzi di Marcelino si sono dovuti arrendere di fronte all’Arsenal. Alzare la Copa del Rey significherebbe dimostrare di poter competere, almeno nella gara unica, contro un colosso del calcio spagnolo come il Barcellona. Il club, in questi anni, ha fatto vedere la voglia di crescere e restare ai vertici della Liga; un trofeo aiuterebbe questo percorso. Tra il dire e il fare, però, ci saranno i blaugrana. Non proprio l’avversario più semplice.