La stagione del Bayern Monaco non è iniziata nel migliore dei modi: sconfitta in Supercoppa contro il Borussia Dortmund e pareggio all’esordio di Bundesliga; due passi falsi che non possono far felice il sempre esigente ambiente bavarese. Kovac ha bisogno di invertire la rotta ma, nonostante i problemi siano in difesa, all’Allianz Arena sono arrivati due attaccanti. Dopo Perisic, infatti, la società bavarese ha acquistato Coutinho. Il brasiliano potrebbe risolvere i problemi del Bayern? In attesa del campo cerchiamo di capire che apporto potrà dare l’ex Barcellona.

Coutinho: fantasia e tecnica al servizio di Kovac

Contro l’Hertha mancava Perisic ma i due esterni, Coman e Gnabry, sono state tra le poche note positive della partita. Il vero problema è stato il trequartista centrale; Muller, mai nel vivo del gioco, non è riuscito a rendersi pericoloso con i suoi soliti inserimenti. Un problema che Kovac non ha potuto risolvere causa panchina troppo corta. Ecco l’arrivo di Coutinho (in grado di occupare tutte e tre i ruoli dietro la punta) consentirà al tecnico di gestire le forze dei suoi per affrontare al meglio le tre competizioni. Il brasiliano, inoltre, è molto diverso da Muller dal punto di vista tecnico. Il primo garantisce quelle giocate in grado di risolvere la partita da un momento all’altro e negli ultimi venti metri può sia innescare i propri compagni sia mettersi in proprio mentre il secondo è più abile ad inserirsi tra le linee.
Coutinho è un giocatore dal talento indiscusso che però non ha mai avuto la continuità necessaria per entrare nella top dieci del suo ruolo. Al Bayern, in un sistema di gioco e con un allenatore che potrà esaltare al massimo le sue caratteristiche, avrà la possibilità di dimostrare tutte le sue qualità.
I problemi dei bavaresi sono dietro ma nel frattempo il reparto offensivo è stato sistemato: dopo Perisic ecco Coutinho, la fantasia al servizio di Kovac.

 

 

Segui Footbola anche sulla nostra pagina Facebook.