Era una partita delicata quella del Real Madrid; i ragazzi di Solari ospitavano l’Alavés con l’obiettivo di ottenere i tre punti. Il pareggio del Barcellona e la sconfitta dell’Atletico Madrid, infatti, obbligavano le Merengues a portare a casa l’intera posta in palio per avvicinare il secondo posto e sognare un qualcosa che ancora sembra impossibile ma nel calcio mai dire mai. Per continuare a credere nel miracolo il Real ha fatto, ancora una volta, affidamento su Benzema al suo quarto goal nelle ultime sei; una continuità che per troppo tempo è mancata all’attaccante francese. Una continuità fondamentale per i prossimi impegni dei campioni d’Europa: tre Clásico tra Liga e Copa del Rey, Derby e ottavi di Champions League.

Un Benzema on fire per un periodo di fuoco

E’ come se si fosse allenato per arrivare al periodo più caldo dell’anno nella miglior forma possibile; Benzema, anche stasera, ha lasciato il segno nella vittoria (la quarta in fila) del Real Madrid. Un successo importante che apre scenari fino a qualche tempo fa impossibili; nei prossimi sette giorni ci sarà il Barcellona nella semifinale di andata della Copa del Rey (unico trofeo che Zidane non è riuscito a portare nella bacheca del Bernabéu) e poi il derby con l’Atletico. Due sfide che potrebbero cambiare lo scenario stagione del Real; sfide in cui si sarà bisogno di questo Benzema per continuare a cavalcare l’onda di questo periodo in cui il francese si sta prendendo sulle spalle l’attacco delle Merengues. Fino a questo momento la stagione sembra molto simile alla prima di Zidane quando il tecnico iniziò a mettere in fila una serie di trofei destinate a restare nella storia; se quest’anno il Real chiuderà alzando una coppa non lo possiamo sapere ma sicuramente avere un numero nove in questo stato di forma può essere di grande aiuto.