L’Ajax è devastante e, alla Johan Cruijff Arena, regala ai suoi tifosi una goleada incredibile: il De Graafschap torna a casa con le ossa rotte e con ben 8 gol sulle spalle. Ten Hag ha trasformato la compagine della capitale che raggiunge il Psv nel numero di reti totali in Eredivisie: 57 realizzazioni in 16 partite e la possibilità di rompere il muro delle 60 marcature già al giro di boa della prossima settimana. L’armata della capitale avvisa i Boeren, dimostrando di essere una rosa in grado di ambire al titolo che non è mai uscito dagli obiettivi, nonostante il deciso passo del club di Eindhoven che inciampa molto raramente.

ZIYECH E BLIND FANNO TRIPLETTA E FANNO VOLARE L’AJAX

L’Ajax non fa prigionieri e uccide letteralmente gli avversari con un netto 8-0: la prova di forza, dei biancorossi, sottolinea come la compagine punti al titolo con lo stesso passo e ritmo del Psv, raggiunto sia per gol all’attivo che al passivo. La goleada affossa quasi totalmente il De Graafschap che dovrà sperare in un ottimo girone di ritorno per poter centrare una salvezza sempre più lontana: i biancocelesti restano all’ultimo posto con solo 11 punti e le ombre dell’Eerste Divisie che si avvicinano e che stanno inghiottendo un club che non sembra avere l’energia per reagire.

Tutt’altro discorso per la seconda forza del campionato che si impone grazie ad una grande prestazione di Ziyech autore di una tripletta e di un assist vincente: il marocchino era un po’ scomparso negli ultimi match sul fronte realizzativo e ha dimostrato di non aver perso l’affinità con il gol: 10° centro in 13 gare che lo pone come miglior marcatore della squadra (anche 5 assist vincenti per lui). Sistemato da Ten Hag come attaccante esterno, il ragazzo risponde con due reti dalla distanza e un gol in appoggio, con il perfetto cross di Mazraoui: da quest’anno gioca molto più vicino alla porta e il suo apporto è notevolmente cresciuto visto il suo record di 9 marcature con la maglia dell’Ajax nel 2017-2018. Altro dato positivo è la difesa, la migliore del torneo con solo 7 gol al passivo e proprio per questo i suoi interpreti preferiscono fare gli attaccanti aggiunti: infatti, la sorpresa è Blind autore anch’esso di una tripletta. Le sue realizzazioni sono da vero bomber d’area con una conclusione dalla distanza, che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali, e due inserimenti che non lasciano scampo ad un bersagliatissimo Etemadi.

A chiudere i giochi ci pensano anche Tadic e Mazraoui autori rispettivamente dell’1-0 e del 2-0: il terzino si sta confermando come uno dei migliori acquisti del mercato estivo grazie al quale, la società, ha trovato equilibrio in difesa, ma anche tanta spinta e realizzazioni in avanti. La goleada chiude un filotto di 5 partite che sono valse la bellezza di 15 punti e 27 marcature all’attivo rispetto alle sole 3 al passivo. Quasi la metà delle reti totali sono stati segnate negli ultimi incontri: come il Psv, anche l’Ajax si ritrova con 57 gol e rischia di superare il muro dei 60 nell’ultima gara del girone d’andata che andrà in scena nel prossimo weekend. Come per i Boeren, ora l’obiettivo è quello di sfondare la barriera dei 100 centri in campionato a fine stagione. Grande prova di forza degli ajacidi che lanciano un segnale all’Eredivisie e soprattutto a Van Bommel: l’ex Milan non può permettersi errori per non compromettere la corsa ad un titolo che è sempre stato saldo nelle sue mani dalla prima giornata ad agosto.