Bayern, Dortmund, Lipsia e…? Tra i verdetti che dovrà consegnare l’ultima giornata di Bundesliga, in programma sabato alle 15.30, c’è anche quello che riguarda la quarta squadra che l’anno prossimo giocherà in Champions League. C’è un titolo da assegnare, ma va anche deciso chi prenderà parte alla prossima edizione della massima competizione europea per club. Sono quattro le squadre in lizza: Borussia Mönchengladbach, Bayer Leverkusen, Eintracht Francoforte e, più defilato, Wolfsburg.

Bundesliga

La situazione di classifica.

L’ultima giornata sarà decisiva per decretare chi riuscirà a passare il turno, con prima discriminante in caso di parità la differenza reti, quella che al momento premierebbe il Gladbach, atteso però da un impegno complicatissimo al pari dell’Eintracht: le loro sfide intrecciano corsa Champions e lotta al titolo. Questo il programma.

Hertha Berlino-Bayer Leverkusen
Borussia Mönchengladbach-Borussia Dortmund
Bayern Monaco-Eintracht Francoforte
Wolfsburg-Augsburg

Leverkusen, i favori del pronostico

Quando il Leverkusen ha i favori del pronostico, raramente riesce a mantenerli. Lo scorso anno il Bayer doveva battere 5-0 l’Hannover all’ultima giornata di Bundesliga per centrare un posto in Champions. Al 55′ il punteggio era già di 3-0 e nel successivo quarto d’ora Brandt e compagni si sono divorati almeno cinque goal facili facili a tu per tu con il portiere. La partita è finita 3-2 e la Champions è sfumata. Quest’anno il Bayer ha un impegno relativamente agevole, sul campo di una squadra come l’Hertha che non ha ambizioni. Complice il difficile impegno del Gladbach con il Dortmund, la squadra di Bosz è quella con più probabilità di arrivare quarta in Bundesliga nonostante una differenza reti al momento sfavorevole. Ha “solo” bisogno di un risultato migliore di quello dei Fohlen, anche nel punteggio in caso di vittoria, per migliorare la differenza reti. La chiave è soltanto una: imparare dagli errori. Per i Werkself, reduci da 4 vittorie e un pari nelle ultime 5, la partita dell’Olympiastadion è un vero e proprio test di maturità.

Gladbach, tutto in mano

Dal punto di vista della classifica, il Borussia ha quasi tutto nelle proprie mani. Al momento la squadra di Hecking è al quarto posto. Con una vittoria non dovrebbe nemmeno guardare al risultato delle altre, a meno che il Leverkusen non riesca a migliorare la differenza reti. L’ostacolo più grande sta nell’avversaria di giornata, il Borussia Dortmund che deve vincere per sperare nel titolo, augurandosi una sconfitta del Bayern. Il momento dei Fohlen però non è il migliore, soprattutto dal punto di vista fisico: solo 2 vittorie nelle ultime 8 gare, contro le due retrocesse Hannover e Norimberga. Non il modo migliore per arrivare al Borussen-derby e giocarsi un posto in Champions League.

Eintracht, poche (ma buone) speranze

Come nella scorsa stagione, anche quest’anno l’Eintracht si trova a giocare l’ultima decisiva partita della stagione contro il Bayern Monaco e non con i favori del pronostico. Lo scorso anno la DFB-Pokal vinta a Berlino, quest’anno l’ultima di Bundesliga all’Allianz Arena. In una situazione quasi disperata: la squadra non ne ha più, viene da uno 0-2 interno subito dal Mainz e dopo le fatiche europee che hanno svuotato il gruppo di energie. Al momento le chances delle Adler di vincere in Baviera sono pressoché nulle, anche perché il Bayern si gioca il titolo. La speranza realistica è quella di strappare un pari e sperare in sconfitte del Gladbach e del Bayer. La miglior differenza reti potrebbe in questo caso giocare a favore di Hütter e dei suoi.

Wolfsburg, rimane solo l’aritmetica

Distanza di 3 punti dal quarto posto, con una differenza reti soltanto di +5. Le tre che stanno davanti hanno invece +16, +15 e +13. Il Wolfsburg è sì ancora in corsa, ma solo perché l’aritmetica ancora non lo ha escluso. Lo scenario però sembra piuttosto poco reale: dovrebbe chiudere la giornata con una differenza reti migliore delle concorrenti, vincendo largamente e sperando quindi in delle sconfitte rovinose da parte di tutte e tre le rivali. Sarebbe l’unico modo per ritrovarsi al quarto posto. Rimarrebbero tanti rimpianti: la partita in calendario è agevole, in casa con l’Augsburg già abbondantemente salvo. La sconfitta per 3-0 di settimana scorsa contro lo Stoccarda rimane il vero rammarico: con una vittoria avrebbe avuto le porte della Champions quasi spalancate, soltanto da varcare.