Il Twente é partito bene in campionato racimolando 3 pareggi (uno contro il Psv) e un successo: un avvio positivo per la neo promossa, rinata dopo un anno di Eerste Divisie. Con il calciomercato ancora vivo, la formazione di Enschede é riuscita a strappare Oriol Busquets al Barcellona che ha deciso di cederlo in prestito per permettergli di fare esperienza e confrontarsi con più costanza nel calcio professionistico. Un altro spagnolo alla corte dell’allenatore Gonzalo che, ora, ne conta ben cinque.

ORIOL BUSQUETS AL TWENTE: IL RAGAZZO VUOLE LA CONSACRAZIONE

Il Twente parla sempre piú spagnolo, soprattutto dopo aver chiuso il trasferimento di Oriol Busquets, giunto in prestito dal Barcellona dopo 2 anni passati nella compagine B e dopo aver superato tutta la trafila delle giovanili. Il centrocampista vuole avere piú spazio e costanza in campo per potersi cimentare con un campionato più competitivo rispetto alla LaLiga2.

Gli olandesi trovano un mediano con un sinistro estremamente educato, in grado di far girare palla con precisione e vericalizzare con estrema facilitá. Ha un’ottima visione di gioco e, in fase di interdizione, é fondamentale per fermare l’azione avversaria. Gonzalo ha un’arma in piú per centrare la salvezza che é l’imperativo numero uno di una formazione appena tornata a calcare i campi dell’Eredivisie.

Il ragazzo ha anche il vantaggio di trovare 4 iberici tra le fila dei Tukkers, tutti utilizzati e sempre scherati dal tecnico che fa molto affidamento su di loro. A centrocampo potrá essere affiancato da Espinosa Gonzalez, interno sinistro giá con 4 presenze sulle spalle in questa stagione, mentre in avanti non manca mai Cantalapiedra come laterale d’attacco, a segno in un’occasione: in Eerste Divisie si è distinto per aver disputato 34 gare e aver gonfiato la rete in 13 occasioni. L’attaccante é uno dei punti fermi del tecnico e, la promozione, é stata centrata grazie anche alle sue prestazioni determinanti per il risultato finale. In difesa invece troviamo Pleguezuelo e Matos con il secondo costretto ad uno stop a causa di un infortunio al ginocchio rimediato alla seconda giornata.

Il Twente é ben equilibrato con un attacco che colpisce in contropiede e una difesa ordinata e sempre alta, pronta ad appoggiare la manovra offensiva. L’innesto di Busquets aiuterá sia Epinosa che Cantalapiedra che potranno beneficiare dei suoi assist filtranti e del suo fraseggio preciso. Un vero colpo per la societá olandese che adesso non puó più nascondersi e cercherá di sorprendere conquistando una salvezza tranquilla e, perché no, anche un posto nei playoff Europa League per accedere alla competizione europea.