Ventiseiesima giornata di Championship, questi i numeri. 43 reti totali, 4 vittorie interne, 4 pareggi, 4 vittorie in trasferta. Tammy Abraham dell’Aston Villa, Kamil Grosicki dell’Hull City, Ollie McBurnie dello Swansea City, Jack Colback del Nottingham Forest, sono i quattro giocatori capaci di realizzare una doppietta.

La promozione diretta

Seconda sconfitta consecutiva per la capolista Leeds United travolta 4-2 al City Ground dal Nottingham Forest; la squadra di Bielsa va subito sotto di un gol e di un uomo per l’espulsione di Philips, e dopo una rabbiosa reazione culminata con la rete del vantaggio di Alioski, viene travolta dai Garibaldi Reds a segno tre volte in sette minuti. Gli Whites mantengono comunque la testa della classifica di Championship visto che anche il Norwich City incappa in una giornata no a Brentford, riuscendo comunque a portare a casa un punto in extremis grazie al gol di Klose che pareggia il vantaggio dei padroni di casa realizzato da Jeanvier.

La zona playoff

Ancora una volta il West Bromwich Albion deve mangiarsi le mani visto per non aver approfittato del rallentamento delle due squadre che lo precedono. I Baggies non solo perdono 2-1 sul campo del Blackburn Rovers finendo ancora una volta la partita in dieci per l’espulsione di Jake Livermore, ma perdono anche la terza posizione adesso occupata dallo Sheffield United. Le Blades ottengono la terza vittoria consecutiva vincendo 3-0 a Wigan grazie al solito timbro di Billy Sharp, oltre ai gol di McGoldrick e Duffy. Al quinto e sesto posto con gli stessi punti (43) la coppia Middlesbrough Derby County che non si fanno male nello scontro diretto finito 1-1. Harry Wilson porta avanti i Rams, ma Hugill risponde per il Boro consentendo così alla formazione di Pulis di mantenere il vantaggio in classifica grazie alla differenza reti.

Up & Down

Appena fuori la zona playoff sono diverse le squadre ad uscire con dei rimpianti da questo turno di Championship; su tutte Birmingham City e Qpr entrambe uscite con un pareggio dalle loro sfide. Va detto che gli Hoops avevano di fronte un’altra squadra in lotta per la post season, vale a dire l’Aston Villa. I Villans trascinati dall’ennesima doppietta di Tammy Abraham arrivato a quota 16 reti in campionato, non riescono ad avere la meglio della squadra di McClaren a segno con Freeman ed Eze. I Blues vanno sotto a Hillsborough contro lo Sheffield Wednesday, ma riescono a ristabilire la parità grazie a Che Adams. Tonfo interno dello Stoke City che si allontana dal sesto posto, sconfitto dal Bristol City che si rimette in corsa a sorpresa. La squadra più in forma dell’intera Championship è però l’Hull City che travolge 6-0 il Bolton Wanderers mettendo insieme la quinta vittoria consecutiva, la sesta nelle ultime otto. I Tigers arrivano così a meno sette dalla zona playoff e possono così cominciare a sognare un obiettivo fino a poco tempo fa totalmente insperato.

La zona retrocessione

Tutte sconfitte le tre squadre che occupano le ultime tre posizioni della classifica di Championship; l’Ipswich Town rimane ultimo dopo la sconfitta interna subita dal Millwall vittorioso 3-2, così come il Reading nonostante il cambio della guida tecnica non migliora la penultima posizione dopo il pesante tonfo interno contro lo Swansea che passa 4-1 sul campo dei Royals. Terzultimo posto per il Bolton sommerso di reti dall’Hull City, mentre torna alla vittoria il Rotherham United che batte 2-1 il Preston North End dando un po’ di respiro alla propria classifica.