Tra presente e futuro; l’Inter, in corsa per un posto nella prossima Champions League, sta già pensando al futuro e dopo aver messo le mani su Godin vuole anticipare la concorrenza con un altro acquisto di livello. Il nome finito sul taccuino dei nerazzurri è quello di Danilo del Manchester City; il terzino con Guardiola sta trovando pochissimo spazio (a destra giocano Walker e Zinchenko) e per questo potrebbe accettare il trasferimento in Italia. Il costo del cartellino non è eccessivo con i Citizens pronti a dire sì ad un’offerta intorno ai 22 milioni di euro. Andiamo a ricostruire la storia di Danilo e i motivi per cui sarebbe l’acquisto ideale per l’Inter.

Danilo, ecco il terzino che ha stregato l’Inter

L’esperienza al Manchester City non deve ingannare: Danilo è un signor terzino e potrebbe risolvere il problema fascia destra dell’Inter. I nerazzurri su quella corsia non hanno avuto molta fortuna con Vrsaljko e Cedric che, per motivi diversi, non hanno convinto e a fine anno lasceranno Milano. Danilo è arrivato in Europa dopo l’esperienza al Santos e, grazie alle stagioni al Porto, si è trasferito al Real Madrid che lo ha pagato 31.5 milioni di euro; con le Merengues ha fatto vedere le sue qualità e i suoi difetti. Danilo è il classico terzino brasiliano dotato di grande spinta ma con qualche limite difensivo; l’Italia, da questo punto di vista, sarà sicuramente una grande scuola visto l’importanza della tattica nel nostro campionato. Il classe 1991 è molto duttile potendo giocare anche a sinistra e, in caso di necessità, come esterno offensivo in un 4-2-3-1. Con il suo arrivo si rinnoverebbe la tradizione di terzini destri nerazzurri che ha avuto in Maicon il giocatore principale. Ripetere quanto fatto dall’attuale difensore del Criciúma non sarà semplice ma, visto le difficoltà avute da Vrsaljko e Cedric, ai tifosi interisti basterebbe trovare un giocatore che occupi la fascia destra con continuità.