L’Utrecht tiene vivo il campionato, fermando la fuga del Psv che avrebbe potuto allungare sull’Ajax e volare a +8: gli uomini di Advocaat cercano la svolta e con l’orgoglio strappano un pari dopo 4 sconfitte consecutive. Van Bommel non riesce ad approfittare dello scivolone dei rivali sul campo dell’Heracles e strappa un solo punto in rimonta: l’Eredivisie è ancora aperta, nonostante uno strepitoso De Jong ancora a segno con una doppietta che regala il 2-2 al triplice fischio.

DE JONG STRAORDINARIO E PSV SALVO: L’UTRECHT CROLLA NELLA RIPRESA

Il Psv esce con un pari che ha il sapore di vittoria dopo un primo tempo completamente regalato all’Utrecht: Advocaat dimostra di avere una formazione in grado di competere contro qualunque avversario nonostante i 4 ko di fila interrotti proprio dal pari contro i Boeren. Occasione di fuga mancata da Van Bommel che non ha approfittato della sconfitta dell’Ajax, bloccato per 1-0 dall’Heracles. Ancora incertezze difensive e un attacco che deve affidarsi al solito De Jong, mattatore e unico a salvarsi in una giornata nera per il club di Eindhoven.

Non basta un grandissimo primo tempo di Van de Streek per strappare i 3 punti contro la capolista: il ragazzo ha prima siglato l’1-0 e poi ha servito l’assist vincente che ha lanciato a rete il compagno di squadra Kerk. Il centrocampista dell’Utrecht si regala il 4° centro in 20 partite, ma la sua dote maggiore restano i suggerimenti. Nella ripresa calano vistosamente i padroni di casa che lasciano campo agli avversari: De Jong si accende e supera Jensen in due occasioni, sigillando il risultato sul 2-2 all’87’. La punta olandese salva Van Bommel da una figuraccia e permette al Psv di prendere un ulteriore punto di vantaggio sull’Ajax. L’attaccante resta saldo in testa alla classifica marcatori salendo a quota 20 in 21 partite di Eredivisie per un’annata mai così proiettata verso il titolo di miglior realizzatore della competizione.

Quello che però salta agli occhi la poca concentrazione del miglior reparto difensivo d’Olanda: l’1-0 giunge sugli sviluppi di un calcio d’angolo nel quale Van de Streek salta indisturbato, senza una marcatura precisa. Il 2-0, invece, è complice di un contropiede perfetto che prende controtempo tutto il reparto arretrato ospite, tagliato fuori da una verticalizzazione letale, finalizzata da Kerk. Dumfries si fa perdonare servendo l’assist per il 2-2 di De Jong, ma tutto il blocco di difesa non sta attraversando un bel periodo: 5 le marcature al passivo in 4 gare di Eredivisie nel 2019 per un totale che raggiunge quota 13. Solo nel girone d’andata, il club di Eindhoven, era stato perforato in sole 8 occasioni: l’attenzione e l’affiatamento stanno mancando con posizionamenti sbagliati e tanti errori di superficialità. In avanti, Lozano non è incisivo come De Jong, unico e vero baluardo che trascinando un Psv non più letale come nei primi 6 mesi di campionato. Un complimento, però, va fatto anche all’Utrecht, ben messo in campo e solido in difesa fino all’ora di gioco: Advocaat ha preparato bene l’incontro con una fase contenitiva forte per poi colpire in contropiede. Il dislivello tecnico è pian piano uscito fuori e la differenza è stata fatta dai singoli. Una nota positiva c’è per i biancorossi del Galgenwaard: finalmente si è interrotta la serie negativa di 4 ko consecutivi.

Un pari che tiene aperto il campionato e il Psv può solo recriminare per aver lasciato un tempo agli avversari.