La pioggia di Ipurúa non ferma il Real Madrid. Anzi, la vera pioggia è stata quella di gol rifilati all’Eibar: 4-0 senza troppe discussioni, in una partita ampiamente portata a casa già dopo la prima mezz’ora. L’attacco comincia a funzionare: non è stato una costante durante l’anno, Benzema escluso, però una prova così solida davanti probabilmente non si era ancora vista in stagione e la prestazione di oggi può essere ritenuta forse la migliore di tutta la Liga merengue.

(Photo by ANDER GILLENEA/AFP via Getty Images)

Ciò che non cambia, soprattutto nell’ultimo periodo, è l’affidabilità difensiva: perché anche nelle giornate meno convincenti, vedi il pari di una settimana fa contro il Betis, il Real ha sempre trovato il modo di non subire gol. Sono 6 le partite consecutive tra Liga e Champions League in cui Courtois è rimasto imbattuto, tanto che per ritrovare un gol incassato bisogna tornare indietro fino al 5 ottobre scorso, nel successo per 4-2 contro il Granada.

Da lì la difesa si è registrata, complice la crescita dei calciatori traino: Sergio Ramos è salito ai suoi massimi livelli, aiutato anche moralmente da una media gol ritrovata anche nell’altra area, ma soprattutto Carvajal si è riproposto ai livelli del suo magico triennio della prima gestione di Zidane. E in questo contesto si è inserito bene anche Mendy, che gradualmente sta raggiungendo una qualità di prestazione all’altezza del Real in una fascia che per anni è stata di dominio di Marcelo.

(Photo by Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

E con una difesa così, all’attacco basta semplicemente andare in gol per prendersi la vittoria. Se poi accade come contro l’Eibar, con il discorso chiuso in pochi minuti, allora il Real Madrid può tornare una squadra con forti ambizioni. Il discorso qualificazione in Champions League si è finalmente raddrizzato, la lotta per il titolo in Liga è ancora sul punto a punto. Forse è davvero la volta buona per aver trovato la quadratura corretta per far funzionare questa squadra. O quantomeno la difesa ha raggiunto con anticipo il tipo di calcio richiesto da Zidane.