Una sola gara al termine della Liga 2018/’19, ancora tantissimo in ballo. Come abbiamo ampiamente trattato, la corsa Champions League è ancora viva e lo sarà anche nell’ultimo turno. Per due tra Getafe, Valencia e Siviglia non ci sarà posto nella massima competizione europea e dovranno accontentarsi dell’ex Coppa Uefa. A occupare l’ultimo slot disponibile (il settimo posto, dato che la Copa del Rey verrà vinta sicuramente da una delle prime sei) per andare a giocarsi i preliminari di Europa League c’è l’Athletic Bilbao, ma Espanyol e Real Sociedad distano solo 3 punti e il calendario dell’ultimo turno riserva un destino crudele.

7. Athletic Bilbao – 53

8. Real Sociedad – 50

9. Espanyol – 50

Il disastroso inizio di stagione dell’Athletic rende i leones sfavoriti negli scontri diretti sia con i cugini baschi sia con i catalani. E l’arrivo a pari punti non è un’opzione così remota. Nell’ultimo turno di Liga assisteremo allo scontro diretto tra Espanyol e Real Sociedad al Cornellà-El Prat, la casa dei catalani. In contemporanea l’Athletic Bilbao attraverserà la Spagna per fermarsi in Andalusia, al Sanchez Pizjuán, contro un Siviglia che ha l’obbligo di vincere per tenere vive le speranze di qualificazione in Champions League.

All’Athletic serve un punto per qualificarsi matematicamente in Europa League, mentre tra Espanyol e Real Sociedad deve uscire un vincitore per mettere paura ai Leones. Dal canto suo il Siviglia padrone di casa è costretto a vincere, nonostante a Getafe e Valencia serva un solo punto per escluderlo dal quarto posto. L’11 di Caparrós cercherà a tutti i costi di ottenere i 3 punti, con un orecchio collegato costantemente agli altri campi e, vincendo, favorirebbe indirettamente o l’Espanyol o la Real Sociedad.

Il Siviglia ha tutte le carte in regola per imporsi in casa su un ostico Athletic e regalarci un finale scoppiettante tra Espanyol e Real Sociedad. Sergi Darder e Borja Iglesias contro Oyarzabal, Willian José  e il giovane Barrenetxea, il ragazzino delle meraviglie.I migliori interpreti delle rispettive rose si sfideranno in una gara da non perdere e difficile da prevedere a causa dei continui alti e bassi di entrambe.