Le qualificazioni ai prossimi Europei sono arrivate al giro di boa; questa sera, nel Gruppo C, si giocherà una partita fondamentale per il futuro della Germania. I ragazzi di Löw, dopo la sconfitta con l’Olanda, sono obbligati ad ottenere i tre punti al Windsor Park contro l’Irlanda del Nord capolista del girone. Un passo falso, infatti, comprometterebbe il futuro della nazionale tedesca visto anche l’impegno, sulla carta semplice, dell’Olanda (in casa dell’Estonia fanalino di coda). Euro2020 senza la Germania? Molto, se non tutto, dipenderà dalla gara contro McNair e compagni.

Germania, serve una prova di forza e orgoglio

Primi in classifica con dodici punti, sette goal fatti e solamente due subiti. I numeri della Germania? No, sono quelli dell’Irlanda del Nord. La nazionale guidata da O’Neill sta dominando il girone e naviga verso la qualificazione al prossimo Europeo; contro Werner e compagni sarà un vero e proprio esame di maturità. Questa sera, però, a rischiare maggiormente è la Mannschaft obbligata ad uscire dal Windsor Park con i tre punti; per ottenere questo obiettivo servirà una prestazione completamente diversa da quella fornita contro l’Olanda.

Fondamentale non sbagliare l’approccio. La Germania, di fronte ad un pubblico caldissimo, dovrà mostrare grande forza mentale. E’ proprio questo l’aspetto mancato nella scorsa gara; il secondo tempo con l’Olanda ha mostrato una nazionale fragile, incapace di leggere le situazioni di gioco e in completa balia dell’avversario. Un momento complicato per Löw costretto a fare i conti con l’infortunio di Schulz, un Werner lontano parente da quello ammirato a Lipsia ed una difesa con tanti dubbi e poche certezze. Per provare a risolvere i problemi si potrebbe passare al 4-4-2 inserendo a centrocampo uno tra Gundogan e Can con il sacrificio di Reus; in questo caso, però, si perderebbe imprevedibilità nel reparto offensivo e, in una gara da vincere, non si può rinunciare al talento del Borussia Dortmund.

Germania, ecco perché il pari non basta

Un match da vincere: la Germania non ha alternative. Uscire dal Windsor Park con un successo, oltre a riaprire il discorso primo posto, permetterebbe alla Mannschaft di tenere a debita distanza l’Olanda (Oranje in vantaggio in caso di arrivo a pari punti per via degli scontri diretti). Il pareggio, invece, metterebbe i tedeschi in una situazione nuova dal punto di vista delle qualificazioni rendendo le sfide di Ottobre e Novembre fondamentali anche se una mano potrebbe venire dal calendario con i ragazzi di O’Neill che, nelle prossime quattro gare, affronteranno due volte sia la Germania sia l’Olanda. Euro2020 senza Werner e compagni? Il rischio esiste. La prima risposta arriverà questa sera dove la Mannschaft si gioca una bella fetta del prossimo europeo.