Una rete per vincere, ma soprattutto per sbloccarsi. Jonas Hofmann è finalmente riuscito a segnare il primo gol in Bundesliga con la maglia del Borussia Mönchengladbach dopo trentadue mesi. Lo ha fatto nell’esordio stagionale dei Fohlen contro il Bayer Leverkusen, dal dischetto, per rompere lo 0-0, risultato diventato poi un 2-0 al fischio finale con il raddoppio di Fabian Johnson. Un gol speciale, tanto sognato dopo 52 presenze e 6 assist, e anche decisivo per vincere uno dei tanti sentitissimi derby del Reno, seppur non sia il più teso che lui abbia giocato.

Con la maglia del Gladbach Hofmann aveva già scritto il proprio nome nel tabellino contro lo Schalke, in un altra sfida tutta Nordrhein-Westfalen, ma in Europa League. Aveva segnato altri tre gol in DFB-Pokal. Mai in campionato. Il rigore battuto con freddezza, superando Özcan che già nel primo tempo aveva respinto un altro rigore di Hazard, lo ha sbloccato. E interrotto un lungo digiuno.

Il gol di Hofmann, dal dischetto.

Dal Leverkusen al Leverkusen, a distanza di quasi tre anni. L’ex Borussia Dortmund, squadra in cui è cresciuto e con cui ha mosso i primi passi in carriera, non segnava in Bundesliga dal 20 settembre 2015, quando giocava proprio nel Bvb. La partita si era risolta con una vittoria per 3-0 e anche in quel caso Hofmann aveva segnato il gol dell’1-0, che aveva poi dato il via alla goleada dei compagni contro le aspirine. Anche questa volta il copione è stato simile: il suo gol ha aperto il conto, stavolta dopo un primo tempo di sofferenza.

Al ritorno al gol Hofmann ha unito una prestazione di sostanza e qualità sulla sua fascia destra. Ha iniziato la stagione nel migliore dei modi, con la voglia di confermarsi un punto fermo del Gladbach: l’anno scorso soltanto un problema fisico gli ha impedito di avere continuità in campo. Aveva chiuso la stagione da intoccabile per Hecking, anche a causa degli infortuni degli altri esterni, Johnson, Herrmann e Traoré. Il classe 1992 ha ricominciato allo stesso modo, aggiungendo qualcosa in più: il gol, il primo in campionato da quando è un giocatore dei Fohlen. Alla presenza numero 53 con il Borussia in Bundesliga. Mai come questa volta, per Hofmann, talento che non è mai riuscito davvero a imporsi nonostante le premesse, sembra sia davvero solo l’inizio.