United prima e Tottenham poi: a James Ward Prowse piace colpire gli avversari tramite splendide punizioni. Il Southampton può fare affidamento al suo centrocampista specialista dei calci piazzati, un giocatore che fino ad ora ha messo a segno 2 punizioni su 5. Sono goal pesanti che con lo United ha fatto sognare ai Saints l’impresa del pareggio, ma contro il Tottenham il goal di Ward Prowse è stato decisivo per i 3 punti, utili per continuare la scalata fuori dalla red line della Premier.

Come già detto sono due le punizioni consecutive messe a segno dal ragazzo inglese, ma la qualità sui calci piazzati c’è sempre stata come si può vedere da questo splendido goal messo a segno con la Nazionale Under 19, in una partita contro il Brasile.

Non solo uno specialista dei calci piazzati ma anche un Buon mediano da 200 presenze con i Saints, per un Southampton che ora ha bisogno sempre di più dei suoi goal. Gli uomini di Hasenhuttl stanno facendo fatica a scalare la classifica: 30 punti a pari merito con il Burnley e a soli due punti di vantaggio sulla terz’ultima classificata, il Cardiff. Tuttavia dopo questa incredibile vittoria contro il Tottenham il morale nello spogliatoio è alle stelle e ora i Saints potranno fare affidamento a Ward Prowse, un CR7 personale, soprattutto dopo la sua esultanza a seguito della rete contro il Tottenham.

Ogni volta che ci troviamo davanti a questi giocatori però la domanda è sempre la stessa: quali sono i loro segreti per mettere a segno reti del genere? Per Ward Prowse la risposta è semplice e la svela in un intervista al Daily Mail in cui si rivela dicendo: “Amavo esercitarsi nel giardino di mia madre da piccolo, immaginavo di segnare nella finale dei Mondiali o in qualche grande gara del mio club preferito. Così mi sento ancora una volta bambino.” E su chi sia la sua fonte di ispirazione il centrocampista Saints risponde con un nome: “Beckham. Guardando le sue punizioni e i movimenti del suo corpo riesco a dare al pallone la forza e la traiettoria che preferisco

In Inghilterra poi ora come ora è sotto gli occhi di tutti tanto che le sue punizioni vengono descritte con “Wizardy form Ward Prowse“. Solo Matt Le Tissier ha segnato più calci piazzati diretti per il club ma l’amore che il centrocampista del Southampton prova per ila squadra si evince benissimo da una sua intervista del 2014 quando ai microfoni del Guardian svelò alcune curiosità :” Mio padre è una avvocato, ma per me tutte quelle cose erano noiose, perciò mi sono dato con passione al calcio. Tutti i ragazzi vogliono giocare in Nazionale, magari ai Mondiali, ma io voglio solo dare il massimo per il Southampton, se ci si è allenati bene e duramente allora la chiamata per la Coppa del Mondo arriverà e allora mi farò trovare pronto.

Un giocatore curioso, pieno di voglia di fare e con ancora tanta strada da percorrere ma per Ward Prowse non c’è fatica che lo fermi. Devozione e amore per la maglia, queste le caratteristiche che lo esaltano e che gli permettono di segnare reti del genere.