Non cambia nulla per il terzo posto con tutte le formazioni in lizza che pareggiano lasciando invariata ogni cosa. Il Feyenoord, al Gelredome, non riesce a piegare il Vitesse rimendiando un pari che serve solo ai Rotterdammers: nuovamente in gol Kukcu, classe 2000, che Van Bronckhorst sta gettando con più continuità nella mischia. Poco impiegato nella compagine Jong, il ragazzo è aggregato saldamente alla prima squadra con la quale si sta ritagliando una buona visibilità. Inutile il suo sigillo che viene vanificato dal pari, nella ripresa, del club di Arnhem.

KOKCU, IL GIOVANE CENTROCAMPISTA CHE SI STA PRENDENDO ROTTERDAM

Kokcu, l’olandese classe 2000 di orgini turche, sta conquistando pian piano il suo posto in campo, mostrando tutto il suo talendo: il giovanissimo è stato subito aggregato alla prima squadra dopo essere cresciuto nelle giovanili del club. Poche apparizioni anche nella compagine Jong che ha beneficiato di lui per pochissime partite: Van Bronckhorst lo ha voluto saldamente a sua disposizione e, in stagione, gli ha ritagliato degli scampoli di gara fino a schierarlo titolare.

Nel match contro il Vitesse, Kokcu, ha calcato il campo dal 1° minuto andando in rete nel recupero, a poco istanti dal duplice fischio: è il suo secondo sigillo in 6 gare con un contributo importante nel ruolo da trequartista. Il centrocampista è stato impiegato per 265 minuti, fin ora, partendo titolare solo in due occasioni: da sottolineare anche un’ora abbondante disputata in KNVB Beker con annessa realizzazione contro il modesto Gemert nel 4-0 finale. Un’arma in più per il tecnico che può sfruttare a pieno i suoi inserimenti e la sua ottima visione di gioco, nonostante l’età acerba: i margini di miglioramento sono enormi grazie alle grandi doti di conclusione. Nel match contro il Vitesse, ottimo l’assist di Van Persie che consente a Kokcu di calciare in corsa e di piazzare di destro il pallone.

Il Feyenoord consolida il 3° posto grazie anche allo stop dell’AZ, pari con il PEC Zwolle, e al contemporaneo pari dell’Utrecht contro i biancoverdi del Groningen. L’Ajax potrebbe distanziarsi ancora, ma per i Rotterdammers l’obiettivo stagionale è centrare il gradino più basso del podio per poter accedere ai preliminari di Europa League. Con un Van Persie in stato di grazia, bomber e assistman, e con un Kokcu in ascesa tutto sembra girare a favore del club di Rotterdam che si sente più vicino all’Europa con un allenatore che abbandonerà al termina della stagione per lasciare spazio a Stam, rivelazione con il PEC Zwolle.