Un match delicatissimo quello che vedeva il Manchester City affrontare il Leicester; i ragazzi di Guardiola, dopo la vittoria del Liverpool sul campo del Newcastle, erano obbligati ad ottenere i tre punti per tornare in testa alla classifica ad una giornata dalla fine della Premier. Le Foxes si presentavano all’Etihad Stadium senza nessuna pressione di classifica e con la voglia di ottenere un risultato prestigioso. Vardy e compagni erano quasi riusciti nella loro missione se non fosse stato per Kompany; il capitano dei Citizens sblocca una gara complicata e regala tre punti fondamentali in ottica primo posto. Esattamente come in quel trenta aprile 2012.

Kompany, come nel 2012. Un goal che può valere il titolo

Nel momento più delicato della stagione quando le cose si stavano mettendo male è arrivato lui. Un fulmine a ciel sereno per il Liverpool che, minuto dopo minuto, stava sperando in un passo falso dei Manchester City. I Reds non avevano fatto i conti con il capitano dei Citizens. Kompany, in quel pallone, ci ha messo tutta la cattiveria nei confronti di una stagione difficile dal punto di vista personale. La gara di questa sera, però, potrebbe rappresentare una grande rivincita dal momento che può valere il titolo. L’esperto difensore del Manchester City non è nuovo a reti del genere. Ricordate la Premier League 2011-2012? I Citizens quell’anno vinsero grazie alla preziosa vittoria nel derby con lo United. Il marcatore? Vincent Kompany. A distanza di sette anni il difensore è nuovamente decisivo e, qualora Guardiola dovesse vincere il campionato (molto probabile considerando lo scontro con un Brighton già salvo e quindi privo di motivazioni), gran parte del merito andrebbe al suo capitano.

Anche in una stagione difficile Kompany è riuscito a ritagliarsi uno spazio e ha saputo trovare il modo per lasciare la propria firma. La più importante, nel momento più delicato della stagione.