Al Santiago Bernabéu la Spagna domina dal primo all’ultimo minuto centrando una vittoria importantissima contro una Svezia mai pericolosa. La Roja, grazie a questo successo, sale a 12 punti, 5 in più di Svezia e Romania che occupano la seconda posizione. Nel 3-0 finale di questa sera non è mancato il timbro del solito Sergio Ramos che continua ad aggiornare i suoi incredibili numeri con la maglia della Spagna. A completare il tabellino ci hanno pensato Morata e Oyarzabal, entrambi entrati nel secondo tempo.

Ancora un gol, ancora una prestazione perfetta, Sergio Ramos continua ad aggiornare i suoi incredibili numeri e lo fa unendo efficacia offensiva ad attenzione difensiva. Nonostante un dominio tecnico e tattico, la Spagna va al riposo senza essere riuscita a concretizzare la grande mole di gioco creata. A sbloccare il match ci pensa, per l’appunto, il capitano che segna con freddezza dal dischetto portando a 20 i gol in nazionale. 7 gol nelle ultime 8 partite con la maglia della Roja, 13 rigori segnati consecutivamente, insomma, dire decisivo sarebbe riduttivo. Non solo, Sergio Ramos si è dimostrato anche leader indiscusso della nazionale spagnola regalando il secondo calcio di rigore a Morata che non ha sbagliato chiudendo di fatto il match. Menzione speciale per Oyarzabal che trova un gran gol, quello del definitivo 3-0, dopo essere entrato in campo con il piglio giusto e la voglia di dimostrare il proprio valore. Nella Real Sociedad è un idolo indiscusso, un veterano verrebbe da dire nonostante la giovanissima età, un talento incredibile che in futuro si ritaglierà sempre più spazio in una nazionale piena di veri e propri fuoriclasse. Al Bernabéu è andato tutto come programmato anche se sicuramente si poteva fare meglio nella prima frazione di gara soprattutto dal punto di vista realizzativo. Le tantissime occasioni create non sono state trasformate in gol e questo, alla lunga con squadre più quotate, potrebbe risultare un problema ben più grosso di quello riscontrato stasera contro una Svezia che nel secondo tempo si è dovuta inchinare al dominio territoriale degli undici in maglia rossa.

Negli altri campi va tutto come da pronostico con Norvegia e Romania che battono rispettivamente Isole Far Oer e Malta. Con questi risultati la Spagna crea già un solco importante tra se e le altre squadre, 5 punti di vantaggio su Svezia e Romania che si daranno battaglia, insieme alla Norvegia, per la seconda posizione.