Con la qualificazione ad Euro 2020 ormai in atto, l’Inghilterra di Southgate si è ritrovata con parecchi talenti in rosa e tante scelte di formazione. Una delle Nazionali che ha colpito tutti ai Mondiali vanta un arsenale offensivo ricco di qualità con giocatori che anche nei rispettivi club stanno regalando ai propri tifosi ottime prestazioni. Ecco spiegati alcuni possibili schieramenti, per quanto riguarda il reparto offensivo, che Southgate potrebbe presentarci sia in questa parte di qualificazione e magari anche nel vero e proprio Europeo.


Il Tridente d’acciaio – Rashford, Kane, Sterling

Probabilmente i tre attaccanti inglesi più in forma della Premier e i 3 preferiti dall’allenatore: Rashford, Kane e Sterling sono pura paura per le difese avversarie. Il tridente è stato già provato più volte in passato anche se al Mondiale dal primo minuto, nella fase ad eliminazione diretta, Rashford non ha mai giocato. E’ stata infatti Kane – Sterling la scelta preferita di Southgate in un Mondiale concluso solo con la sconfitta con la Croazia poi futura finalista, ma l’ex allenatore del Middlesbourgh potrebbe decidere di far affidamento in un attacco composto da tutti e 3 i giocatori.

21, 25 e 24 le rispettive età di questi tre attaccanti che insieme hanno la bellezza di 55 goal con i propri club. Le potenzialità di Rashford e Sterling sono enormi, ma bisognerà certamente vedere come risponderanno in campo insieme: essere costanti nelle prestazioni sarà fondamentale per delineare il futuro assetto tattico di questa Inghilterra. D’altra parte Harry Kane non ha mai deluso Southgate: 6 goal nel passato Mondiale e padrone indiscusso dell’area avversaria. Inoltre, con i due gioielli di Manchester, il bomber degli Spurs, potrebbe completare sicuramente un attacco spaventoso.

L’aggiunta di Dele – Rashford, Alli, Sterling, Kane.

Il binomio del Tottenham, Alli – Kane, si è ormai insediato nelle menti di tutti gli appassionati della Premier. Tuttavia il suo Mondiale è stato piuttosto spento, eccezion fatta per il goal cruciale contro la Svezia, ma c’è anche da far presente che Southgate potrebbe aver bisogno di lui, per schierarlo come mezz’ala proprio dietro ad Harry Kane.

In questo modo Alli potrebbe far leva sulla fisicità del compagno di reparto per poi sfruttare la sua velocità tramite inserimenti pericolosi per le difese avversarie. il 22enne degli Spurs inoltre potrebbe essere sostituito a partita in corso da Sterling, che ha la capacità di poter giocare in quel ruolo, con Sancho o Hudson – Odoi che andrebbero a coprire la fascia. Alli è l’uomo giusto per dare dunque una man forte anche al centro, ma le opzioni per il tecnico della Nazionale non sono finite.

Il fresco tridente- Sancho, Hudson-Odoi, Rashford.

Rashford punta centrale e i due giovani talenti sulle fasce: forse un trio scoppiettante da utilizzare in partita in corso ma vederlo dal primo minuto rimane un’ipotesi molto improbabile. Nonostante Southgate abbia schierato nella partita contro la Repubblica Ceca un attacco molto simile a questo, senza Rashford e con Hudson a gara in corso, le probabilità di ri-vederlo non sono altissime. La presenza in attacco di Kane è fondamentale, essendo un giocatore strepitoso sotto tutti gli aspetti – senza togliere niente a Wilson – e Sancho e Hudson hanno le qualità perfette per spezzare il ritmo della partita. Sulle fasce potrebbero diventare due seri problemi per i terzini e Rashford potrebbe essere un’ottima alternativa a Kane.

Inoltre le due giovani ali potrebbero essere usate da entrambi i lati, culminando un attacco letteralmente fulmineo con il classe ’97 dei Red Devils. Oltre ad essere una possibile arma per il presente targato Southgate, questo tridente scoppiettante è sicuramente una garanzia per il futuro.

Cambio di partner: arriva Callum Wilson – Kane, Wilson.

Ipotizzando una probabile assenza di Rashford, il partner d’attacco di Kane rimarrebbe la punta del Bournemouth, Wilson. Prima dell’infortunio di 3 anni fa, l’attaccante delle Cherries aveva letteralmente trascinato la propria squadra e negli anni è diventato un ottimo attaccante tanto da meritarsi la convocazione in nazionale. Ciò che ha colpito Southgate sono stati probabilmente gli 11 goal e i 7 assist messi a segno fin’ora con il suo Bournemouth.

L’ambiente perfetto per Wilson inoltre è l’attacco a 2, in cui gioca da anni con le Cherries insieme a King: in teoria, potrebbe diventare ancora più prolifico giocando a fianco di uno dei migliori attaccanti al mondo. Per far si che ciò accada probabilmente Southgate dovrebbe fare affidamento a un centrocampo formato da Rice davanti alla difesa, Henderson e Barkley al suo fianco e dietro le due punte Dele Alli.

Tutto ciò per ora è solo un’ipotesi, ma le scelte sono veramente molto ampie. Southgate dunque avrà l’imbarazzo della scelta nello scegliere la formazione prima e durante il match, ma tutte queste combinazioni ricche di talento sono sicuramente una dura spina nel fianco per gli avversari.