Dopo la sosta per le nazionali torna la Liga. Un weekend subito di altissimo livello, con un super sabato in cui giocheranno tutte le big: in campo il Real con il Levante, l’Atlético con la Real Sociedad ma soprattutto il Barcellona con il Valencia.

La partita da non perdere per eccellenza di questa giornata, uno di quegli incontri che rendono grande la Liga come campionato. Un contorno spettacolare: dal prestigio delle due squadre ai campioni in campo, dal contorno surreale del Valencia all’avvio negativo del Barça, punti che diventano fondamentali per la stagione di entrambe.

Il Barcellona è arrivato alla prima pausa con due passi falsi in tre partite: una sconfitta che brucia contro l’Athletic e un pareggio deludente in casa dell’Osasuna, il tutto addolcito da una vittoria su un Betis che appare ancora in alto mare. Senza Messi e Suárez le cose sono state molto complicate e adesso arriva una delle squadre specialiste nel rubare punti al Camp Nou: 7 punti nelle ultime 6 trasferte a Barcellona, nessuno come il Valencia nella storia recente della Liga.

Ma dal 2-2 in rimonta culé di un anno fa a oggi ne sono passate di cose. Anche perché nel mezzo le squadre si sono affrontate, seppur in campo neutro, nella finale di Copa del Rey vinta dal Valencia, prima di arrivare all’incredibile estate vissuta a Mestalla che ha avuto come ultimo capitolo l’esonero di Marcelino.

Il Valencia di oggi è per questo motivo una delle squadre più difficili da decifrare della Liga. ha il talento di una rosa capace di portarsi a casa un titolo e un quarto posto un anno fa, ma si ritrova un allenatore senza esperienza nei club, un calciatore chiave come Rodrigo rimasto in squadra dopo aver salutato i compagni per andare all’Atlético e un intero spogliatoio che ha vissuto con sdegno l’esonero del proprio allenatore.

Insomma la partita del Camp Nou è proprio imperdibile: due grandi del calcio spagnolo costrette a vincere ma limitate da situazioni esterne. Situazioni di difficoltà per tirare fuori il meglio dal grande calcio della Liga.

 

 

Segui Footbola anche sulla nostra pagina Facebook.