La rimonta era scritta nel destino: Liverpool e Barcellona, le squadre perfette per mettere su lo scenario. I Reds, la squadra per eccellenza per ribaltare un 3-0, lo hanno fatto in una finale in campo neutro contro una squadra tremendamente più forte, i margini per farlo in una semifinale in casa c’erano tutti. I Blaugrana, autori in due stagioni delle rimonte fatte e subite più incredibili degli ultimi anni.

Milan, PSG, Roma: tre partite di feedback per apparecchiare la tavola al miracolo di Anfield. A volte sembra incredibile solo pensarlo, ma quando la partita si sblocca dopo pochissimi minuti la percezione dell’impossibile diventa uno stimolo per la grande impresa. Il Liverpool è tornato quello del 2005 per una serata: non sono 3 gol in 9 minuti no, ma ancora un grande ribaltone. Ci sono voluti più minuti ma i gol sono stati 4, arrivati dai protagonisti meno attesi. Origi, il sostituto poco affidabile di Firmino, e Wijnaldum, un altro entrato per un compagno infortunato.

Loro sono stati la fortuna del Liverpool di Klopp, un vincente questa volta, soprattutto nel far tenere ai propri la testa per giocare la partita della vita nonostante l’ostacolo. E poi il Barça, la squadra che due anni fa soltanto scrisse la storia con un 6-1 indimenticabile ma che poi è diventata schiava di se stessa in termini di rimonte. Non cambia nulla da Roma a Liverpool, il crollo è identico, progressivo e brutale. Gol all’inizio, gol a inizio ripresa e poi il tracollo, ancora su calcio d’angolo.

Solo che stavolta non c’è stato un contrasto aereo vinto, ma una sciocchezza clamorosa che ha portato alla grave disattenzione sul quarto gol di Origi. Imperdonabile per una squadra di quel livello, capace di dominare in Spagna e incapace di reagire all’ennesima squadra che le ha alzato la voce contro. 8 volte su 11 anni campioni di Spagna, contro una concorrenza non differente da quella che c’è in Europa. Ma lì qualcosa non va, forse questione di testa, forse di approccio o di mala gestione del vantaggio. Fatto sta che incredibilmente avanza il Liverpool, con la rimonta nel destino.