La Liga arriva alla sosta tra dubbi e certezze; i due colossi, Barcellona e Real Madrid, non hanno ancora trovato la strada giusta per dominare il campionato. Completamente diverso il discorso per l’Atletico Madrid che, nonostante la rivoluzione operata sul mercato, sembra avere una marcia in più anche grazie ad un Joao Felix assoluto protagonista. In un campionato spagnolo diverso dal solito abbiamo non possiamo non prendere in considerazione Moreno e Morón; i due attaccanti, rispettivamente di Villarreal e Betis, sono al comando della classifica marcatori con tre goal a testa.

Moreno e Morón, attaccanti simili alla ricerca della consacrazione

Tre partite, tre goal: Moreno, esploso definitivamente dopo le difficoltà della scorsa stagione, e Morón stanno provando a trascinare le rispettive squadre a suon di prestazioni di alto livello. Due attaccanti simili, terminali offensivi nel 4-2-3-1. Entrambi svariano su tutto il fronte offensivo e, come caratteristica, hanno quella di sapere dialogare con i propri compagni (la rete di Fekir, contro il Barcellona, nasce proprio dall’assist di Morón). Nelle gare disputate fino ad ora dal Villarreal abbiamo visto una grande intesa tra Moreno e i due esterni offensivi mentre la punta del Betis sembra più a suo agio con un’altra punta al suo fianco ed infatti, alla ripresa, è probabile vedere i Verdiblancos passare dal 4-2-3-1 al 4-4-2. Altra caratteristica in comune è la loro freddezza sotto porta: dei sei goal realizzati dai due attaccanti ben cinque sono stati realizzati all’interno dell’area di rigore (l’unica eccezione è il super goal di Morón nel tempio del Camp Nou).

https://www.youtube.com/watch?v=lO7ULLwsg-w

Tre giornate sono poche ma danno delle prime indicazioni; Moreno e Morón, al netto delle difficoltà che stanno affrontando Villarreal e Betis, stanno dimostrando di poter incidere in maniera importante all’interno di questa Liga. Dopo la sosta scopriremo se l’avvio di questi due attaccanti è stato solo un fuoco di paglia o potrà avere un seguito.