Le olandesi in Europa sorridono ancora portando a casa ben 3 successi e un pareggio: chi non é riuscito a vincere é l’AZ Alkmaar che, però, blocca sullo 0-0 il Manchester United. Risorge il Feyenoord dopo il passo falso contro i Rangers: i Rotterdammers regolano il Porto con una rete di Karsdorp. In scioltezza sia Ajax che Psv: i primi consolidano la vetta del girone di Champions, i secondi divertono con la linea verde della rosa.

L’AZ FERMA IL MANCHESTER. IL FEYENOORD TORNA IN CORSA

AZ-Manchester

Fonte immagine: ad.nl

Un pari che vale oro per l’AZ che prova a riaccendere le speranze per il passaggio ai sedicesimi di finale: un punto preziosissimo poiché giunge contro il Manchester United, che non risesce a sfondare all’AFAS Stadion. Bravissimi i padroni di casa, sempre aggressivi e con un pressing che toglie l’iniziativa agli inglesi, mai realmente pericolosi e con una filosofia di calcio che continua a latitare. L’attacco biancorosso non é preciso come ci si attendeva e questo ha influito pesantemente sul risultato finale. Gli olandesi restano in piena corsa per continuare il sogno in Europa con 2 punti dietro al Partizan e allo stesso United a 4. Quella spensieratezza e quella qualitá vista in Eredivisie manca ancora nel campo internazionale.

Toornstra Feyenoord

Fonte immagine: ad.nl

Situazione diversa per gli uomini di Stam che risorgono anche in Europa League: dopo l’importante vittoria in campionato, di domenica scorsa, i Rotterdammers vincono di forza al De Kuip, piegano un piú esperto e temibile Porto. Grande prova dei padroni di casa che contengono gli avversari per poi colpire alla prima e vera occasione nitida: Toornstra resta il vero valore aggiunto nella faretra di Stam che puó contare sulla sua esperienza e sul suo carattere che lo portano ad essere decisivo al momento giusto. La difesa del Porto ci mette del suo sul gol, ma l’attaccante non sbaglia colpendo al volo un perfetto cross di Larsson. Dopo la realizzazione, il Feyenoord prende il controllo della gara e chiude i conti con l’ex romanista Karsdorp: il terzino spazza via le critiche che lo avevano accompagnato dopo partite non brillanti ad inizio stagione. I Rotterdammers si rifanno del ko contro i Rangers e continuano a lottare in un gruppo che vede tutti i club a quota 3 punti.

AJAX, UNA CERTEZZA IN EUROPA: IL PSV CONTINUA A STUPIRE

Promes

Fonte immagine: ad.nl

L’Ajax vola in testa al girone H rifilando il secondo 3-0 di fila: dopo il Lilla, subiscono il tris anche i ragazzi del Valencia che sono spreconi e sfortunati. Ziyech, in grandissima serata, trova un rete fantastica con la quale sblocca una gara che era giá indirizzata sui binari degli ajacidi: Ten Hag la studia bene e la pone sul ritmo, anche se la difesa traballa concendendo prima un rigore, divorato da Parejo e, successivamente un tiro dall’area piccola che si infrange sul palo. Nonostante tutto, prima del duplice fischio, Promes (al 6° centro in 5 gare) raddoppia su suggerimento di Van de Beek. Il marocchino dell’Ajax, pareggia il conto dei legni con un grande sinistro a giro che si infrange sulla traversa, mentre Onana compie due prodezze che lasciano a bocca asciutta i terminali offensivi del Valencia. A chiudere i conti é proprio il centrocampista Van de Beek, che si libera dalla marcatura e supera il connazionale Cillessen. I ragazzi di Ten Hag sottolineano la loro crescita in Europa dimostrando di avere un piano di crescita che sta funzionando totalmente in tutti i suoi reparti. I biancorossi si trovano in vetta al girone a punteggio pieno con dietro Chelsea e Valencia. Chiude, con due ko, i Lilla non all’altezza delle aspettative dopo l’ottima Ligue 1 conclusa.

Malen

Fonte immagine: ad.nl

Sorprende il Psv in Europa che resta a punteggio pieno guidato dalla sua linea verde che si impone con un fantastico poker nello stadio del Rosenborg. La prima frazione di gioco é completamente in mano ai  Boeren che regalano un ottimo calcio sotto lo sguardo soddisfatto di Van Bommel: Ihattaren serve Rosario che realizza un fantastico centro, superando l’estremo difensore avversario con una palombella velenosa. Il norvegesi si sgretolano subito e incassano l’autorete di Meling e il tris di Malen. Il giovane olandese chiuderà i 90 minuti con l’ennesima doppietta per un inizio di stagione devastante: 10 realizzazioni in 6 partite disputate tra coppa e Eredivisie. Vent’anni e una media tra le più alte d’Europa. Il Psv vola in vetta al gruppo D con Sporting Lisbona e LASK dietro a 3. Chiude con zero punti un modesto Rosenborg che deve svegliarsi per poter cercare di ambire ai sedicesimi di finale.