Il Bayern Monaco risponde al Lipsia e, con un netto sei a uno, ottiene la prima vittoria casalinga della Bundesliga (l’esordio, contro l’Hertha Berlino, era stato macchiato da un due a due). Contro il Mainz il protagonista non è, stranamente, Lewandowski; l’attaccante polacco è si andato a segno, per la settima volta stagionale, ma quando l’esito della partita era già scritto. A prendersi la scena all’Allianz Arena è stato uno dei colpi di mercato dell’estate bavarese; stiamo parlando di Ivan Perisic. L’ex esterno dell’Inter, alla prima da titolare, si è reso protagonista con un assist ed un goal che hanno permesso al Bayern di ribaltare la pratica Mainz. Dopo la sosta ci sarà lo scontro al vertice con il Lipsia e i campioni in carica ci arrivano nel miglior modo possibile.

Perisic, esordio all’Allianz da incorniciare

Non poteva immaginare un esordio migliore Ivan Perisic; il neo acquisto del Bayern Monaco, alla prima da titolare nel suo nuovo stadio, ha subito fatto vedere le sue qualità. Assist perfetto in occasione dell’uno a uno e goal di testa, con uno dei suoi inserimenti, per la rete che ha definitivamente dato il via alla goleada del Bayern. Kovac, che sulla trequarti aveva bisogno di rinforzi per affrontare al meglio il triplo impegno, può ritenersi soddisfatto dell’impatto avuto dal croato. Un giocatore totalmente rinato rispetto a quello visto nell’ultima stagione in maglia nerazzurra. Oggi si è rivisto il Perisic capace di imporsi nel grande calcio: letale nell’uno contro uno, bravo a creare la superiorità numerica e perfetto negli inserimenti; se riuscirà a confermarsi a questi livello il Bayern avrà un’arma in più per il resto della stagione.

L’unica nota negativa nella partita del Bayern riguarda l’altro grande colpo dell’estate bavarese: Coutinho. Il brasiliano non sembra ancora aver appreso gli schemi di Kovac e fatica a rendersi pericoloso nonostante la tecnica sia indiscutibile. La sosta potrebbe aiutarlo ad inserirsi nel mondo Bayern.