I playoff di Eredivisie cominciano a mietere le prime vittime: la corsa alla promozione viene abbandonata dal N.E.C. e dall’Almere che si fermano al ritorno degli ottavi. Inaspettata la prestazione del Waalwijk che ribalta il pesante 2-0 dell’andata con un netto 3-0 che non lascia repliche: diversa la situazione del Cambuur che chiude con un 2-1 che annulla il 2-2 strappato in casa. Le compagini accederanno ai quarti di finale dove incontreranno le due formazioni provenienti dalla massima divisione olandese.

PLAYOFF PROMOZIONE: AI QUARTI LE DUE FORMAZIONI GIALLOBLU

Il ritorno degli ottavi di finale si tinge di gialloblu con il Cambuur e il Waalwijk che accedono ai quarti: il loro percorso verso la promozione continua e a farne le spese sono il N.E.C. e l’Almere, lontano dall’impresa dello scorso anno quando arrivò a sfiorare il miracolo con la finale.

La vera sorpresa di questi playoff porta il nome di Waalwijk che riesce a ribaltare il risultato incassato all’andata: a Nimega, la compagine di Grim, incassò un pesante 2-0 che aveva catapultato i neroverdi verso i quarti. Nei successivi 90 minuti, l’orgoglio dello stadio di casa ha permesso di compiere l’impresa, annullando il gap: al Mandemakers Stadion, il N.E.C. riesce a reggere per soli 45 minuti con Seys che apre le marcature ai margini del duplice fischio. Nella ripresa, firmano il pari e il sorpasso rispettivamente Spierings e Bilate che fanno scoppiare di gioia i tifosi. L’ex Sparta Rotterdam è il vero protagonista della serata e spera di poter tornare in Eredivisie per consacrarsi definitivamente nel calcio olandese all’età di 23 anni.

Nell’altro ottavo di finale, Cambuur e Almere riscrivono una gara in fotocopia, con la sola differenza che, questa volta, i padroni di casa non riescono a pareggiare lo svantaggio, dovendosi arrendere al primo step verso la corsa alla promozione. I gialloblu, rispetto all’andata, siglano due reti nei primi 20 minuti, dominando tutto il primo tempo. Nella ripresa, accorcia le distanze Vossebelt, ma non è sufficiente per far tremare la retroguardia avversaria, che ha imparato la lezione dopo gli svarioni avuti nei primi 90 minuti del duplice scontro. Un 2-1 che permette al Cambuur di volare ai quarti in attesa di scoprire il proprio sfidante.

Infatti, l’ultima gara di Eredivisie, deciderà in quale parte del tabellone finiranno Excelsior e De Graafschap, le due avversarie delle due compagini gialloblu che hanno trionfato negli ottavi. Le altre due gare vedranno affronarsi Oss-Sparta Rottedam ed Eagles-Den Bosch: chi supererà i playoff conquistando il diritto di giocare nella massima divisione olandese nella prossima stagione?