Non parte bene l’avventura delle olandesi in Europa League, con due risultati che lasciano l’amaro in bocca a tutti i tifosi: l’Utrecht, in casa, non va oltre lo 0-0 contro il Lech Poznan in un match equilibrato fino al 90′. Peggio riesce a fare il Psv di Cocu, sconfitto al Philips Stadion per 1-0 dai croati dell’Osijek che strappano un risultato importantissimo in vista del ritorno. Un terzo turno che si complica immediatamente: nulla è ancora scritto ma la strada, ora, è tutta in salita.

IL PSV RISCHIA SUBITO L’ADDIO ALL’EUROPA LEAGUE

Parte decisamente con il piede sbagliato l’avventura, di Europa League, del Psv che viene sconfitto, nel proprio stadio, dall’Osijek per 1-0. Prova non superata per la compagine di Eindhoven che pregiudica la qualificazione alla competizione europea. Gli uomini di Cocu soffrono la pressione avversaria per tutto il match soccombendo al 57′ su calcio di rigore. Un ingenuo Brenet atterra l’avversario in area concedendo la massima punizione che Barasic, freddamente, non sbaglia. Nonostante questo episodio, l’incontro ha messo in evidenza i tanti limiti dei biancorossi, incapaci di reagire e di creare gioco. Non si è ancora voltata pagina e i fantasmi della scorsa stagione aleggiano sulla rosa: l’attacco è inconcludente e sterile e la difesa, se pressata, lascia spazio alla confusione. La mancanza di Moreno si è notata più del previsto, l’assenza di un vero leader a coordinare il reparto è balzata immediatamente all’occhio. De Jong è ancora il lontano parente della punta spietata e implacabile, mentre Van Ginkel, fresco di rinnovo del prestito dal Chelsea, ha dimostrato di essere ancora fuori forma come anche Hendrix e Ramselaar. Ora, il Psv, dovrà volare in Croazia e ribaltare un risultato pesante, vista la cattiveria e il fiato degli avversari, mai in difficoltà e padroni del gioco sin da primi minuti. Servirà tutt’altra prestazione e Cocu è chiamato già al primo miracolo stagionale per non inizia nuovamente con il piede sbagliato e abbandonare, troppo presto, l’Europa League.

L’UTRECHT CHIUDE SULLO 0-0 E RESTA IN CORSA PER I PLAY OFF

L’Utrecht chiude in maniera più dignitosa, del Psv, il terzo turno preliminare pareggiando 0-0 allo Stadion Galgenwaard. Il Lech Poznan ha trovato difficoltà in Olanda, chiudendo a reti bianchi un match veramente equilibrato. Gli uomini di Ten Hag non hanno concesso molto ai polacchi che si sono visti pochissimo dalle parti di Jensen. La difesa si è mossa bene regalando quasi nulla se non qualche tentativo da fuori. Non si può dire lo stesso dell’attacco con il nuovo arrivato Dessers in palla ma mai realmente pericoloso. Tanti i movimenti del reparto, ma poca, anzi proprio latitante, la pericolosità. Le due formazioni si sono annullate a vincenda e anche lo spettacolo ne a risentito incredibilmente. Tutto è rimandato al ritorno in terra polacca dove è ancora tutto in ballo: all’Utrecht basterebbe un gol per mettere in difficoltà gli avversari costretti a vincere per poter accedere ai playoff di Europa League. Una rete, per gli olandesi, significherebbe avvicinare considerevolmente il sogno di giocarsi l’ultimo turno per poter balzare alla fase a gironi. Altri 90 minuti per i verdetti, sicuramente i biancorossi avranno vita molto più facile rispetto al Psv.