Il Psv segue le orme dell’Ajax e battezza il suo esordio con un pareggio contro la neo promossa Twente: i Tukkers passano in vantaggio nell’unica vera occasione della partita. Van Bommel scuote i suoi ragazzi che acciuffano il pari nella ripresa, sprecando tanto sotto porta. Anche la sfortuna gioca un ruolo fondamentale con i Boeren in una piccola crisi che nessuno si sarebbe mai aspettato ad fine dello scorso anno: Johan Cruijff Schaal persa, fuori dai preliminari di Europa League e pari al primo incontro di Eredivisie rendono il momento estremamente delicato.

PSV, COSÌ NON VA: IL TWENTE TORNA IN EREDIVISIE CON UN PARI

Ottimo l’esordio del Twente che si riaffaccia alla massima divisione olandese con un pari importantissimo contro il Psv: i Tukkers, dopo un anno di purgatorio in Eerste Divisie, vogliono centrare con facilità la salvezza e, gli incontri contro le big, valgono doppio. Ancora strada in salita per il tecnico dei Boeren che non riesce a risollevare la formazione dal momento buio: l’inizio di stagione è stato veramente difficile e non sembra trovare un minimo di sollievo.

Il match parte malissimo con i padroni di casa che fanno esplodere il De Grolsch Veste all’8′ con Nakamura: troppo spazio per il giocatore avversario che si accentra e scarica il sinistro che trafigge Zoet. Il Psv si accende e tenta di rispondere al colpo subito: peccato che la precisione sotto porta sia ai minimi storici e che la fortuna non aiuti minimamente i biancorossi. La partenza di De Jong, l’infortunio di Lammers e gli screzi con Lozano hanno portato Van Bommel a ricreare tutto il comparto offensivo con Malen supportato da Bergwijn, Bruma e Pereiro. Peccato che gli automatismi non siano perfetti e questo si nota sin dai primi minuti con poca affinità tra i ragazzi schierati. Nella ripresa la musica cambia e gli ospiti riescono a riversarsi con più continuità nella metà campo nemica: Gakpo crossa al centro e Dumfries incorna indisturbato, regalando un pari che reggerà fino alla fine.

C’è tanto, troppo da lavorare sulla sponda Psv che deve ritrovare un gioco e un obiettivo dopo gli importanti ko di inizio stagione. La lite con Lozano, probabile partente verso Napoli, non aiuta l’ambiente alla ricerca di un nuovo leader in campo. Hendrix resta in bilico in direzione Bologna e non è escluso che possa essere venduto anche Bergwijn, se dovesse giungere l’offerta adeguata. Il club vive nella completa incertezza e il tecnico è chiamato ad un vero e proprio miracolo per raddrizzare un’annata che potrebbe compromettersi troppo presto.