Prende sempre più il volo il Red Bull nel decimo turno di Bundesliga e batte a Graz lo Sturm. Il cambio di allenatore frena il Sankt Pölten che trova solo un pari con l’Admira, mentre il Lask cade a Innsbruck. Debutta bene Kühbauer in campionato con il Rapid, mentre crolla l’Austria ad Altach.

Altach-Austria Vienna 2-0
Continua a non trovare continuità l’Austria Vienna e ad Altach impatta in un’altra sconfitta esterna. I viennesi sono stati anche molto sfortunati perché hanno sempre avuto il controllo della partita e anche l’arbitro Jager non ha avuto un occhio propriamente benevolo verso i viola. Dopo un primo tempo senza grosse emozioni la ripresa si è aperta con il primo gol austriaco dello zambiano Mwila che raccoglie una respinta della difesa su tiro di Gebauer per raccogliere e calciare all’angolino per l’1-0. Schoissengeyer troverebbe il pareggio poco dopo con un grande stacco di testa, ma l’arbitro annulla per un inspiegabile fallo dell’ex Sturm. L’Austria si innervosisce e il raddoppio è da applausi. Dopo una grande giocata Zech viene servito Mwila che dai venticinque metri stoppa e calcia creando una parabola stranissima che beffa Pentz leggermente fuori dai pali. I capitolini non mollano ma la sfortuna e un altro gol annullato a Venuto per fuorigioco inesistente non permettono nemmeno di rendere meno amaro il risultato. Prima vittoria interna per l’Altach che aggancia l’Admira al penutlimo posto.

Sankt Pölten-Admira Wacker 0-0
Il debutto di Ketelaer nel derby della Bassa Austria porta solo a uno 0-0 che lascia l’amaro in bocca al Sankt Pölten. Non succede moltissimo alla Nv Arena con i padroni di casa ancora scossi dall’imprevisto addio di Kühbauer in panchina e con gli ospiti che in forte crisi puntano a portare a casa un punto dalla dura trasferta. La miglior occasione è stata nel primo tempo per i gialloblu con il colpo di testa di Meisl che ha scheggiato la traversa, ma è nella ripresa che i lupi sono stati piú pericolosi. Gartler e Ingolitsch hanno fatto tremare la porta di Leitner, ma il portiere rossonero è stato ben attento. Il pari fa felice l’Admira ma il Sankt Pölten può godersi il suo secondo posto solitario.

Wolfsberger-Hartberg 3-4
Pazzesca sfida alla Lavanttal Arena con l’Hartberg che trova la sua prima storica vittoria in trasferta in Bundesliga. Eppure la partita era iniziata malissimo con un uno-due del Wolfsberger che sembrava aver già indirizzato la partita verso la vittoria dei carinziani. In gol prima Orgill e poi Schmerbock avevano portato la partita sul 2-0, ma a riaprire la sfida ci ha pensato il sinistro di Rep. Nella ripresa tutto cambia e gli stiriani dominano in tre minuti ribaltano il risultato. Tadić pareggia appoggiando in porta un cross di Rep e Flecker si inventa una fantastica punizione all’incrocio dei pali. Ma anche il Wolfsberger è duro a morire e Florian Faist, al debutto in Bundesliga, è chiamato agli straordinari. Il pari però arriva con Novak e il vantaggio carinziano sembra dietro l’angolo. E invece no, perché è ancora Rajko Rep a deviare in porta una bella palla di Kropfl ed è un incredibile 3-4 per l’Hartberg. Ilzer perde contro la squadra che ha portato in prima serie nella paseata stagione e a festeggiare è il suo erede Markus Schopp.

Rapid Vienna-Mattersburg 1-0
Buona la prima per Kühbauer e dopo tre sconfitte consecutive torna parzialmente il sereno dalle parti di Vienna. A decidere la contesa è stato il ritrovato Cristoph Knasmüllner che trova finalmente la rete con un gol d’autore. Stop di petto, finta che manda al bar la scivolata di Mahrer e sinistro che sbatte sul palo ed entra in rete. L’ex interista mima il segno dell’orologio, ma per gol del genere valeva la pena attendere. Il Rapid gioca bene ma sbaglia tantissimo e Alar è in giornata disastrosa mancando prima di testa e poi di piede due clamorose palle gol. Strebinger salva in un paio di pericolosi contropiedi del Mattersburg ma la parata della giornata la compie Kuster che vola su una gran punizione di Schwab e devia in corner. Buona la prima quindi con i viennesi che sfruttano i passi falsi di tutte le squadre tra il secondo e il sesto posto e si avvicinano allo Sturm sesto.

Wacker Innsbruck-Lask Linz 1-0
Clamoroso al Tivoli Stadion con il Lask che perde con il Wacker e scivola a meno dieci dal Red Bull. Gli altoaustriaci non giocano male, anzi hanno quasi sempre il pallino del gioco in mano ma sbagliano molto sotto porta. La miglior occasione è per Wiesinger che con una bella girata di testa colpisce la traversa. I tirolesi si fanno vedere solo in contropiede e la rete del vantaggio è puramente casuale. Knett rinvia lungo e Dedic riesce a spizzare quel tanto che basta da mandare in confusione Ramsebner che viene bruciato in velocità da Dieng che con un sinistro piazzato batte Schlager. Goiginger e Jamnig hanno grandi occasioni per pareggiare ma Knett e la sfortuna si mettono di mezzo e il Wacker ottiene una bella vittoria di prestigio. Il Lask perde a sorpresa e scivola al terzo posto e il Red Bull è sempre più lontano.

Sturm Graz-Red Bull Salisburgo 1-2
Anche alla Merkur Arena è il Red Bull Salisburgo ad avere la meglio e ora il vantaggio sul Sankt Pölten secondo è di ben nove punti. Certo è che gli stiriani hanno disputato una grande partita e avrebbero meritato almeno il pareggio. L’inizio è stato a favore dei salisburghesi che si sono portati in vantaggio con Gulbrandsen che ha sfruttato una perfetta verticalizzazione di Junuzović e con un esterno destro ha messo la palla all’incrocio dei pali. Lo Sturm non si è perso d’animo e ha trovato il pari a fine primo tempo con il suo uomo migliore: Peter Zulj. Il numero 10 ha piazzato un sinistro perfetto su punizione e dopo aver colpito la traversa la palla è entrata lasciando di sasso Stanković. Gli inizi dei tempi sono tutti dalla parte Red Bull e il colpo di testa a palombella di Lainer è fatale per Siebenhandl e gli ospiti tornano in vantaggio. Poi però è un monologo bianconero con Stanković migliore in campo. Ottimo su Kiteishvili ma è addirittura prodigioso nel fermare il collo destro al volo di Pink. Dieci su su dieci per i salisburghesi che si apprestano a vincere un altro campionato.

10 giornata
Altach-Austria Vienna 2-0
Rapid Vienna-Mattersburg 1-0
Sankt Pölten-Admira Wacker 0-0
Sturm Graz-Red Bull Salisburgo 1-2
Wacker Innsbruck-Lask Linz 1-0
Wolfsberger-Hartberg 3-4

Classifica
1.Red Bull Salisburgo 30
2.Sankt Pölten 21
3.Lask Linz 20
4.Austria Vienna 16
5.Wolfsberger 14
6.Sturm Graz 13
7.Rapid Vienna 12
8.Mattersburg 10
9.Hartberg 9
10.Wacker Innsbruck 9
11.Altach 8
12.Admira Wacker 8