Nel pirotecnico 4-4 tra Chelsea e Ajax, tra i tanti giovani in campo, a prendersi la scena nelle fila dei Blues è stato un giocatore in particolare: Reece James. L’eclettico difensore, classe 99′, ha realizzato la rete del definitivo 4-4, diventando il più giovane calciatore della storia del Chelsea a segnare in una partita di Champions League (19 anni, 332 giorni), superando Arjen Robben (20 anni,284 giorni) e il brasiliano Oscar (21 anni, 10 giorni). Caso vuole che questa rete da record sia arrivata il 5 novembre, mentre il 4 novembre dell’anno scorso, James segnava il suo primo gol da professionista con la maglia del Wigan.

Una serata così, James l’aveva probabilmente sognata fin da bambino quando entrò nell’Academy del Chelsea all’età di 6 anni, crescendo giorno dopo giorno fino alla conquista, da capitano, della Fa Cup con l’Under 18 dei Blues nella stagione 2017/18. Oltre al trofeo vinto con la squadra, il ragazzo nato a Redbridge ha ottenuto un prestigioso riconoscimento personale come l’Academy Player of the Season. Il premio più gradito per Reece è però arrivato nel giugno 2018 con il rinnovo quadriennale con il club nel quale è cresciuto e diventato professionista. Come spesso succede con i tanti talenti del settore giovanile del Chelsea, anche James è stato mandato a farsi le ossa altrove, più precisamente in Championship col Wigan. Con i Latics non ha faticato a mettersi in mostra, collezionando 46 presenze e 3 gol, meritandosi a fine anno un posto nel Championship Team of the Season e, cosa più importante, la chiamata di Frank Lampard divenuto nel frattempo il nuovo manager del Chelsea. Il mercato bloccato ha spinto l’ex centrocampista della nazionale inglese ad affidarsi ai tanti ragazzini talentuosi sfornati dall’Academy come Mount, Abraham, Tomori, e appunto James. Dopo un inizio sfortunato per via di un infortunio, lo scorso 25 settembre è arrivato l’esordio in prima squadra in occasione del match casalingo contro il Grimsby Town, valevole per il terzo turno di Carabao Cup. Un debutto da ricordare per James, autore di un gol e due assit nel 7-1 per i Blues. La prima presenza in Champions è invece arrivata il 2 ottobre nella trasferta vittoriosa di Lille, mentre l’esordio in Premier è datato 19 ottobre a Stamford Bridge contro il Southampton.

Nonostante i pochi minuti giocati, sono tanti in Inghilterra quelli pronti a scommettere sul talentuoso James; tra i suoi grandi estimatori c’è proprio il suo attuale allenatore che non ha esitato a pronosticare un futuro da top player con la maglia del Chelsea. Un altro ex Blues come Joe Cole ha invece scomodato addirittura David Beckham, colpito dalla facilità di calcio del difensore dell’Under 21 inglese.