Quando tutto sembra andare storto e non si intravede la luce in fondo al tunnel, spesso a ribaltare la situazione sono gli interpreti più inaspettati. A Vila-Real è successo proprio questo e ora l’uomo del momento è Samuel Chimerenka Chukwueze. 20 anni da compiere il prossimo 22 maggio, Chukwueze si è trasformato in pochi mesi in uno dei talenti più promettenti della Liga Santandér, incrementando di 10 volte il suo valore Transfermarkt da luglio 2018. Ora, oltre ad essere 26esimo nella classifica dei calciatori del 1999 più preziosi al mondo, occupa una posizione rilevante anche nella classifica di migliori ali destre al mondo e in quella che confronta solo calciatori nigeriani.

Prima di parlare delle sue eccezionali qualità, occorre fare un passo indietro. Chukwueze è nato a Umuahia, in Nigeria, da genitori che inizialmente non erano molto d’accordo sul suo futuro da calciatore. Ispirato dalle gesta di Jay-Jay Okocha in TV, l’ala mancina ha iniziato con il Future Hope e la New Generation Academy, prima di trasferirsi alla Diamond Football Academy, la squadra alla quale “sarò sempre grato perché mi ha cambiato la vita”. Il punto di svolta della sua carriera si colloca tra ottobre e novembre 2015, il periodo della Fifa U-17 World Cup in Cile. Chukwueze è titolarissimo di una Nigeria che si laurea campione surclassando tutte le altre selezioni. Non una novità, le Super Eagles sono fortissime a livello giovanile e occupano la prima posizione nell’albo d’oro del Mondiale U-17 con 5 trofei e 3 secondi posti.

I migliori di quella rosa, Okwonkwo, Osimhen e Nwakali, si trasferiscono quasi subito in Europa, rispettivamente al Bologna, al Wolfsburg e all’Arsenal. Chukwueze no, ma 3 anni dopo è l’unico ad affermarsi davvero in uno dei principali campionati continentali.

La firma col submarino amarillo non è casuale. Il settore giovanile del Villarreal è uno dei migliori della Spagna e i suoi osservatori sono molto attenti a individuare giovani promesse. Il periodo di apprendistato in Segunda División B dura poco, Chukwueze è già pronto per giocare con i grandi. Con il Villarreal B disputa alcune gare del finale di stagione e i play off per la promozione in Liga2, che non raggiungeranno a causa della sconfitta in finale con l’Elche.

Una serpentina tra 6 giocatori, un gol e un assist al San Mamés contro i coetanei del Bilbao Athletic. Per dare un’idea, Marca titolava così:

Fonte: marca.com

Torniamo però al presente. Chukwueze è un’ala mancina di statura modesta che può giocare indifferentemente sia a destra che a sinistra. Il suo idolo? Arjen Robben, al quale si ispira e di cui è un grande fan. Quindi forse meglio metterlo a destra. Alla spaventosa velocità unisce una buonissima tecnica che gli permette di mettere in difficoltà ogni terzino della Liga, anche Jordi Alba, vedere gli highlights di Villarreal-Barcellona 4-4 per credere. Dopo averlo ringraziato per la permanenza in Primera (molto passa dalle sue giocate, assist e gol), il Villarreal proverà a blindarlo con una clausola rescissoria più alta. Difficilmente però il submarino riuscirà a trattenerlo, perché di talenti così cristallini, con le suddette caratteristiche in quel ruolo, se ne trovano pochi.

A proposito di mercato, come è già successo in passato (ad esempio con Kane o Ibrahimovic), a mangiarsi le mani è ancora una volta l’Arsenal. I gunners dopo il Mondiale U17 in Cile, avevano raggiunto un preaccordo con Chukwueze, che si sarebbe dovuto trasferirsi insieme all’amico Nwakali. Salto tuttò, e 3 anni dopo all’Arsenal rischiano di pentirsi amaramente di questa scelta.