Il Psv non molla di un centimetro e si riporta in testa alla classifica insieme ai rivali dell’Ajax: Van Bommel, protetto dal Philips Stadion, liquida con un facile 4-1 un ostico Venlo, soprattutto nella prima frazione di gioco. Ad andare a segno c’é il solito Malen, autore di un altra doppietta dopo quella rifilata al Rosenborg in Europa League: l’attaccante sta facendo dimenticare sia Luuk de Jong che Lozano, gonfiando con costanza pazzesca la rete.

PSV PERFETTO: ALTRO POKER E DIFFERENZA RETI CHE MIGLIORA

Il Psv non frena e, grazie anche allo stadio di casa, riesce a superare facilmente un Venlo combattivo e insidioso: nella ripresa, i Boeren prendono pian piano in mano il controllo del match e realizzano ben quattro centri che condannano i gialloneri, completamente travolti dallo strapotere dei ragazzi di Van Bommel.

Dopo 45 minuti non eccezionali, con tanti errori soprattutto in fase offensiva, il secondo tempo viene giocato con altri ritmi e con i padroni di casa che salgono in cattedra per dirigere il gioco. Protagonista indiscusso della giornata é Malen, il ventenne che non riesce a frenare il suo instinto del gol: dopo la doppietta contro il Rosenborg ecco altre due marcature per chiudere definitivamente il conto contro gli ospiti. Il ragazzo sta facendo dimenticare sia Lozano che Luuk de Jong con una media gol incredibile: nelle ultime 7 partite, tra campionato e Europa, è sempre andato a segno tranne che in un’occasione (Psv-Groningen) siglando ben 12 realizzazioni composte da un pokerissimo e due doppiette. Un ritmo forsennato per la punta che sta impressionando per la sua completezza sotto porta: inserimenti perfetti, destro letale e pericolo anche nel gioco aereo. Van Bommel si gode il suo gioiello che sta facendo volare i Boeren.

Il Psv rende piú rotondo il risultato finale grazie anche a Dumfries, autore di una rete e di un assist: il difensore ha firmato il taccuino dei marcatori anche contro il Groningen e sale a quota 3 realizzazioni in Eredivisie con il suo record di 4 centri a portata di mano. Prestazione fantastica anche per Bergwijn essenziale per la manovra offensiva: l’olandese, quando non riesce ad essere spietato sotto porta si reinventa assistman con 2 suggerimenti vincenti e la marcatura che sblocca una gara ancora bloccata. Serve piú freddezza davanti al portiere rivale, ma l’aiuto per il reparto é fondamentale e lo rende preziosissimo per gli schemi di Van Bommel.

Il Psv aggancia in testa alla classifica l’Ajax e migliora i suoi numeri restando la seconda miglior difesa e il secondo miglior attacco dell’Eredivisie. Gli ajacidi restano in testa per quanto riguarda il reparto offensivo anche se il gap con i Boeren è sceso a 3 lunghezze: ottima crescita per i ragazzi di Eindhoven che stanno cancellando un avvio di stagione negativo e, ora, hanno tutto il tempo di riposare in vista della sosta per le nazionali.