All’andata fu Stindl dopo un clamoroso errore dell’arbitro, questa sera Thuram dopo una disattenzione difensiva della Roma. Entrambi i goal, arrivati al novantacinquesimo, hanno portato quattro punti alla corte del Borussia Monchengladbach; un bottino che ha permesso alle Fohlen di tornare in corsa per la qualificazione ai sedicesimi di finale. I ragazzi di Rose sono attualmente secondi in classifica dietro la sorpresa Başakşehir e hanno il destino nei loro piedi. Lo stesso non si può dire per la Roma che esce moralmente a pezzi dalle due sfide con i tedeschi; con centottanta minuti ancora da giocare la situazione per i giallorossi è complicata. Dzeko e compagni non possono più sbagliare a partire dalla trasferta in Turchia.

Ancora Thuram, il Gladbach torna in corsa

E’ stato il più pericoloso del Monchengladbach; ha provocato l’autogol di Fazio e segnato il due a uno quando la partita stava terminando sul punteggio di uno a uno. L’uomo in più delle Fohlen è senza ombra di dubbio Marcus Thuram, giocatore fantastico che abbina tecnica e velocità. Se il Borussia sta vivendo una stagione da sogno (primi in Bundesliga e rientrati in corsa per un posto nei sedicesimi di Europa League), gran parte del merito è del numero dieci. I tedeschi tornano in corsa e ora devono giocare le prossime con questo atteggiamento per completare l’opera.

Roma, maledetti finali

Dovevano essere quattro punti quelli conquistati dalla Roma nel doppio confronto con i tedeschi; alla fine, invece, ne arriva solo uno. Questa sera sono tanti i rimpianti dei ragazzi di Fonseca a partire da un primo tempo giocato decisamente sotto gli standard abituali; i contropiedi sbagliati e la disattenzione difensiva hanno fatto il resto. Una sconfitta che non compromette il passaggio del turno ma ora i giallorossi hanno terminato i bonus. Başakşehir e Wolfsberger: servono sei punti per non finire in calcoli scomodi.