Ieri sera si sono conclusi i quarti di finale della Coppa d’Africa; un turno che non ha regalato nessuna sorpresa con le favorite qualificate alle semifinali. Si sono interrotte le favole di Benin e Madagascar mentre l’Algeria ha confermato il ruolo di principale candidata a vincere la competizione. In attesa delle semifinali, andiamo a vedere Top 3 e Flop 3 dell’ultimo turno della Coppa d’Africa.

Top 3 Coppa d’Africa

Msakni

La Tunisia ha messo fine alla favola del Madagascar; il protagonista principale della sfida è stato Msakni autore di un assist ed un goal nel giro di otto minuti. L’attaccante, assente nello scorso Mondiale per infortunio, è sicuramente il valore aggiunto per Le Aquile di Cartagine. Il suo talento potrà essere determinante anche in semifinale.

Gueye

L’altra sorpresa di questi quarti di finale era il Benin; i ragazzi di Dussuyer si sono dovuti arrendere al Senegal e, più precisamente, a Gueye. Il centrocampista dell’Everton ha risolto una gara piuttosto complicata grazie ad un preciso inserimento nell’area di rigore avversaria. I Leoni di Teranga si sono confermati nazionale compatta e molto equilibrata.

Troost-Ekong

Il Sudafrica, dopo l’Egitto, ha messo in difficoltà anche la Nigeria; l’esito della gara, però, è stato diverso. Le Super Aquile sono riuscite a qualificarsi per la semifinale grazie a Troost-Ekong bravo a sfruttare una palla inattiva nel finale di gara. Un goal fondamentale da un protagonista inatteso.

Flop 3 Coppa d’Africa

Bounedjah

L’Algeria, grazie alla lotteria dei calci di rigore, ha eliminato la Costa d’Avorio; qualificazione che sarebbe potuta arrivare prima se non fosse stato per Bounedjah. L’attaccante dell’Al-Sadd ha sbagliato l’impossibile nell’arco dei novanta minuti tra cui un penalty spedendo il pallone sulla traversa. Contro la Nigeria servirà maggior cinismo per non rischiare di tornare a casa ad un passo dalla finale.

Bony-Serey Die

La Costa d’Avorio è stata ad un passo dall’eliminare la favorita Algeria; i ragazzi di Kamara sono stati traditi da Bony e Serey Die. I due hanno mostrato poca freddezza dal dischetto, condannando Gli Elefanti. Il primo ha rallentato la rincorsa prima di calciare mentre il secondo è stato fermato dal palo. Errori che impediranno a Kessie e compagni di continuare la Coppa d’Africa.

Verdon

Uno dei motivi dell’eliminazione del Benin è stata l’espulsione di Verdon; il difensore, nel momento in cui la nazionale stava dando tutto per provare a pareggiare, ha commesso un fallo ingenuo. In dieci contro undici i ragazzi di Dussuyer hanno alzato bandiera bianca.