La sfortuna avuta dal Getafe è stata quella di giocare contro il Barcellona con i Blaugrana reduci dall’eliminazione dalla Champions e sappiamo come sia veramente complicato che Messi e compagni sbaglino due gare consecutive. Al Camp Nou serviva una reazione dopo il disastro di Anfield e Valverde, contestato per aver subito un’altra clamorosa rimonta, ha scelto la miglior formazione possibile per conquistare tre punti importati non per la classifica (Barca già campione) ma dal punto di vista psicologico. Si è vista una squadra furiosa che ha creato e sprecato tanto; alla fine, però, è riuscita a portasi a casa il successo grazie alla rete di Vidal. L’altra cattiva notizia per il Getafe è stata la vittoria del Valencia sull’Alavés; i ragazzi di Marcelino sono attualmente quarti e la prossima settimana hanno in trasferta il Valladolid.

Vidal condanna il Getafe

Prima Vidal, poi una sfortunata autorete. In mezzo poco Getafe; i ragazzi di Bordalás sono caduti sul più bello, ad un passo dal sogno. E’ vero mancano ancora novanta minuti e dopo quanto visto in Champions non è consigliabile dare verdetti in anticipo ma per vedere Molina e compagni terminare al quarto posto serve un vero e proprio miracolo. Settimana prossima il calendario metterà di fronte Getafe-Villarreal e Valladolid-Valencia; il problema è che i Pucela hanno raggiunto la salvezza e quindi scenderanno in campo senza troppe motivazioni a differenza di Soler e compagni.

Serviva un punto e non è arrivato, colpa di un Barcellona ferito. Non si può rimproverare nulla al Getafe; la squadra ha disputato un campionato ben oltre le aspettative. Questa sera è mancato un pizzico di coraggio e soprattutto di follia perché per fare risultato al Camp Nou bisogna fare il passo più lungo della gamba. Paura di raggiungere l’obiettivo? Forse anche se oggi la sconfitta è figlia di Liverpool-Barcellona. Getafe probabilmente fuori dalla Champions anche se i prossimi novanta minuti potrebbero regalarci l’ultima sorpresa di una Liga fantastica.