Grande giornata calcistica in Austria con Red Bull Salisburgo e Lask Linz che marciano a braccetto al primo posto e a punteggio pieno dimostrando che anche quest’anno sono loro le squadre da battere. Tira un sospiro di sollievo Vienna che finalmente trova le vittorie con Rapid e Austria.

ADMIRA-LASK LINZ 0-1
Tre trasferte e tre vittorie per il Lask Linz in una settimana fantastica per i bianconeri. Le fatiche europee si sono fatte sentire e non poco e causa anche il caldo torrido a Maria Enzersdorf e gli altoaustriaci hanno faticato accontentandosi questa volta di vincere senza pensare troppo al gioco. A decidere la sfida è Valentino Müller, alla prima da titolare, con un bel destro all’incrocio dei pali dopo una fantastica serpentina sulla destra di Goiginger. Nell’Admira c’è stato nella ripresa il debutto dell’ex Napoli Erwin Hoffer, che torna a giocare in Austria undici anni dopo l’ultima apparizione con il Rapid Vienna, e potrà essere un uomo importante all’interno di una squadra che sembra sempre più spaesata. Le azioni offensive rossonere sono state spesso confusionarie e questo ha permesso al Lask di controllare lo 0-1. Martedì il ritorno contro il Basilea per entrare nei playoff di Champions League.

RAPID VIENNA-ALTACH 2-1
Il Rapid trova la sua prima vittoria in campionato ma che fatica all’Allianz contro l’Altach. Dopo un inizio shock la squadra del Vorarlberg si è ripresa giocando un gran calcio e solo uno strepitoso Strebinger ha fatto sì che i viennesi mantenessero il vantaggio. Grande protagonista di giornata è comunque anche il greco Taxiarchis Fountas che in soli undici minuti riesce a realizzare la doppietta che apre la sfida. Bellissima la sua girata per l’1-0 e facile il tocco a porta vuota dopo che uno splendido lancio di Shick aveva portato Murg a tu per tu con Kobras e il numero dieci di casa generosamente ha servito il compagno. Gli ospiti però non si sono dati per vinti, soprattutto Mergim Brrisha che non ha mollato un pallone ed è stato decisivo nell’azione che ha portato al bel tiro a giro all’incrocio di Gebauer. Poi è stato un monologo Altach e Strebinger si è ampiamente guadagnato la palma di migliore in campo sventando miracolosamente due conclusioni di Berisha e Fischer. La vittoria era fondamentale e sarà iniziata la rimonta degli hütteldorfer?

RED BULL SALISBURGO-WOLFSBERGER 5-2
Grande partita alla Red Bull Arena con i campioni in carica che soffrono contro un grande Wolfsberger ma alla fine ottengono i tre punti. Protagonidta assoluto è senza dubbio il giovane norvegese Håland che continua a segnare e addirittura realizza una fantastica tripletta dimostrando tutte le sue qualità. Gol di astuzia, di potenza e di precisione, per un attaccante completo che diventerà uno dei grandi centravanti del prossimo decennio. I carinziani sono stati fermati proprio dal bomber scandinavo dato che erano riusciti a passare in vantaggio con il tocco ravvicinato dell’ex Niangbo e Weissman si è rivelato ancora un grande attaccante. L’israeliano ha accorciato le distanze portando la sfida sul 3-2 e solo un prodigioso salvataggio di Ramalho, il brasiliano segnerà il quinto gol nel recupero, sulla linea ha evitato il pareggio poco dopo. Molto bene anche Hwang che con grandi giocate e assist preziosi è stato tra i migliori in campo. Il 5-2 finale non rende onore a un grande Wolfsberger che subisce la seconda immeritata sconfitta consecutiva.

HARTBERG-STURM GRAZ 1-0
Il derby di Stiria se lo aggiudica il piccolo Hartberg che toglie il primato allo Sturm e lo raggiunge in classifica. Si sente l’aria della grande e attesa sfida alla Profertil Arena con il pubblico delle grandi occasioni che però non viene pienamente ripagato dallo spettacolo. La sfida è abbastanza lenta e le occasioni latitano nel primo tempo e per sbloccare la partita serve un episodio. Il neoacquisto Sakic atterra da dietro Rakowitz e per l’arbitro Lechner è calcio di rigore che Tadić trasforma spiazzando Siebenhandl. I biancoblu però si complicano dannatamente la vita con uno sciocco fallo di Cancola su Balaj e l’ex Austria Vienna riceve il secondo cartellino giallo. Nonostante la superiorità numerica lo Sturm non riesce però a riprendersi e l’1-0 resta il risultato definitivo.

MATTERSBURG-AUSTRIA VIENNA 1-5
Finalmente può gioire l’Austria Vienna che ottiene i primi tre punti in campionato e si rilancia mentalmente anche in vista del ritorno di Europa League contro l’Apollon Limassol. Il bel gioco che aveva contraddistinto l’Hartberg e il Wolfsberger di Ilzer finalmente si vede anche nella Capitale e a beneficiarne più di tutti è Christoph Monschein che entra nelle cinque reti viola. Una tripletta fantastica da vero attaccante capace di attaccare gli spazi e di esaltare come uomo assist il giovane promettente Dominik Fitz. Il classe ’99 trova anche la rete dello 0-4 con il centravanti ex Admira che gli restituisce il favore con una gran palla e di destro batte Kuster. C’è gloria anche per Capitan Grünwald che di sinistro ribadisce in rete una respinta del portiere di casa su tiro di, neanche a dirlo, Monschein. Il Mattersburg non è mai stato veramente in partita faticando a creare azioni e trovando l’unica gioia nel gol della bandiera di Gruber. A Cipro bisognerà ribaltare la sconfitta interna di giovedì scorso, ma giocando così nulla è ancora perso per l’Austria Vienna.

WATTENS-SANKT PÖLTEN 1-1
Finisce in parità a Innsbruck la sfida salvezza tra Wattens e Sankt Pölten ma i tirolesi devono ringraziare il loro super portiere e capitano Ferdinand Oswald. I biancoverdi infatti dopo il vantaggio siglato da Zlatko Dedić, su rigore da lui stesso procurato, sono spariti dal campo e solo i miracoli del proprio numero venticinque hanno fatto sì che i padroni di casa non imbarcassero. Un rigore parato a Balić, un miracolo su Riski e uno su Ljubicic, questi sono solo i più significativi interventi e sembrava davvero insuperabile fino a quando non è salito in cattedra Michael Ambichl. Dopo la sponda di Luxbacher il numero otto si è esibito in una fantastica rovesciata con la palla che ha sbattuto sulla traversa, ha superato la linea ed è uscita, ma l’arbitro Shuttengruber si è accorto del gol. Punto che fa comodo a tutte e due, ma che denota un grosso passo indietro a livello di gioco per il Wattens.

3 giornata
Admira-Lask Linz 0-1
Hartberg-Sturm Graz 1-0
Mattersburg-Austria Vienna 1-5
Rapid Vienna-Altach 2-1
Red Bull Salisburgo-Wolfsberger 5-2
Wattens-Sankt Pölten 1-1

Classifica
1.Red Bull Salisburgo 9
2.Lask Linz 9
3.Hartberg 6
4.Sturm Graz 6
5.Wattens 4
6.Rapid Vienna 4
7.Austria Vienna 3
8.Wolfsberger 3
9.Altach 3
10.Mattersburg 3
11.Sankt Pölten 2
12.Admira 0