Dopo 6 anni di fedeltà al Psv e all’Eredivisie, Willems sceglie di cambiare aria e si accasa in Bundesliga all’Eintracht Francoforte. La formazione tedesca, che ha chiuso all’11° posto, vuole rilanciarsi per puntare almeno alla qualificazione in Europa League. L’olandese va a raggiungere altre due vecchie conoscenze della massima divisione olandese: Haller, ex attaccante dell’Utrecht e De Guzman, ex centrocampista del Feyenoord. Il ragazzo giunge per sostituire Oczipka ceduto qualche giorno fa allo Schalke 04.

WILLEMS, UNA CRESCITA ESPONENZIALE AL PSV (a cura di Andrea Mariani)

Willems nasce a Rotterdam nel 1994, dopo aver intrapreso le giovanili nello Sparta Rotterdam viene tesserato dal Psv che ne intravede immediatamente grandissime qualità. A soli 17 anni entra subito in prima squadra disputando, al suo primo anno ad Eindhoven, ben 20 gare con un gol all’attivo. Con il passare degli anni acquista sempre più fiducia e viene costantemente schierato dal proprio allenatore che lo considera imprescindibile per il suo gioco. Laterale di difesa dalla forte fisicità e corsa: è importantissimo in fase di spinta grazie ad un fiato che gli permette di correre con costanza fino al 90° minuto. Anche in fase difensiva è estremamente prezioso con ripiegamenti precisi e interventi che non permetto all’avversario di poter puntare la fascia con tranquillità. Dotato di un buon sinistro e di un’ottima tecnica, arriva facilmente sul fondo per regalare assist tesi alla punta di riferimento oltre a passaggi filtranti perfetti per le due ali. Unico grande neo? La sua condizione fisica che ne ha sempre minato la continuità in campionato. Willems, negli ultimi anni, è stato sempre al centro del calciomercato del Psv soprattutto per società di Premier League e Serie A. L’ultimo anno, 2016-2017, ha risentito del blackout di tutta la rosa che ha giocato il peggior torneo sotto la guida di Cocu. Nonostante alcune buone prestazioni, il terzino non ha inciso come in passato, ma la colpa non è solo sua ma anche dei compagni che hanno contribuito all’eliminazione dalla Champions, dalla coppa nazionale e dall’esclusione per la lotta al titolo già dal mese di dicembre. Nell’ultima Eredivisie ha inanellato 25 presenze e 2 realizzazioni che non hanno influito positivamente sul rendimento complessivo della squadra. L’occasione per rilanciare la sua carriera e dimenticare una stagione disastrosa è arrivata proprio in questa estate con l’Eintracht Francoforte alla ricerca di un terzino per costruire una formazione competitiva che possa ambire all’Europa League. Il costo del cartellino si aggira intorno ai 6 mln (più bonus) e il giocatore non ha pensato un attimo ad accettare l’offerta tedesca.

EINTRACHT: UN TERZINO PER IL FUTURO

Colpo in entrata nel mercato dell’Eintracht Francoforte che si assicura le prestazioni di Willems Jetro per una cifra pari a 6 milioni di euro più bonus; le Adler, con questo acquisto, portano alla corte di Niko Kovač un terzino sinistro di ottima qualità che potrà sicuramente dare un buon contributo nel corso della prossima stagione. L’Eintracht Francoforte, in questa sessione di calciomercato, si sta muovendo con un solo obiettivo: riuscire a migliorare quanto fatto fatto la scorsa stagione, conclusasi con l’undicesimo posto e la delusione della sconfitta in finale di DFB-Pokal contro il Borussia Dortmund. L’acquisto di Willems (oltre al terzino il giocatore può ricoprire anche il ruolo di centrocampista alto) è perfetto per il modo di giocare di Kovač dal momento che l’allenatore si basa molto sulla spinta dei terzini che devono essere in grado di andare sul fondo e fornire ottimi assist per la la punta di riferimento. Visto quanto è stato pagato, 6 milioni di euro circa, Jetro Willems sarà con ogni probabilità il terzino sinistro titolare dell’Eintracht. Il ragazzo riabbraccia Haller e De Guzman, vecchie conoscenze dell’Eredivisie ed acquistati entrambi nell’attuale mercato estivo.