La vittoria odierna contro il Mainz per tre a zero e il terzo risultato utile consecutivo testimoniano la volontà del Wolfsburg di continuare il sogno europeo. Con il passare delle settimane quella che sembrava essere impresa impossibile è diventato un concreto obiettivo; e pensando alla situazione dei Wölfe solo pochi mesi fa, quando si giocavano lo spareggio per non retrocedere in  Zweite Liga, la posizione attuale dei ragazzi di Labbadia sorprende ancora di più. Il rischio è che l’altitudine possa creare disturbi ad una squadra non abituata a giocare per determinati obiettivi. La prossima settimana, contro il Borussia Monchengladbach, potrebbero aprirsi scenari veramente interessanti.

Il Wolfsburg vola verso l’europa. E contro il Borussia…

Dalla vittoria all’Holstein Kiel al successo contro il Mainz. Sono passati nove mesi da quel doppio confronto che ha permesso ai Wölfe di evitare la retrocessione; un periodo di tempo in cui è cambiato tutto soprattutto dal punto di vista dell’obiettivo stagionale perché Weghorst e compagni hanno abbandonato le zone pericolose della classifica per navigare in posizioni più prestigiose. Il quinto posto attuale è il frutto di una squadra che ha migliorato le proprie statistiche: una difesa più solida e una fase offensiva che, rispetto alla fine dello scorso campionato, ha realizzato un solo goal in meno (35 vs 36). Dati importanti che dimostrano il cambiamento dei lupi di Germania. E ora? Adesso bisogna mantenere la calma e continuare a giocare senza troppe pressioni. Nessuno, ad inizio anno, chiedeva al Wolfsburg di arrivare in Europa e le cose non devono cambiare. Per coltivare il sogno bisogna è fondamentale non di avere i riflettori puntati contro; qui entra in gioco Labbadia, chiamato a lavorare sotto l’aspetto mentale per far restare i suoi con i piedi per terra. Impresa difficile che potrebbe complicarsi ulteriormente qualora, settimana prossima, dovesse uscire un risultato positivo dalla sfida con il Gladbach. A quel punto il binocolo si potrebbe spostare dall’Europa alla Champions League.