Si avvicina l’inizio della Premier League 18/19 e aumenta la curiosità per vedere all’opera le nuove squadre che si daranno battaglia nel massimo campionato inglese. Tra tutte le compagini al via, c’è grande attesa intorno alle neopromosse salite dalla Championship, ovvero: Wolverhampton, Cardiff City e Fulham. Le prime due hanno ottenuto la promozione diretta, classificandosi rispettivamente prima e seconda, mentre i Cottagers hanno dovuto sudarsela passando dai playoff. Il mercato, oltretutto, non è stato il tipico mercato che ci si può aspettare da squadre neopromosse, se è vero che i tre club hanno speso complessivamente oltre 200 milioni di euro.

Wolverhampton

Il Wolverhampton si affaccia in Premier League con moderato ottimismo, dopo aver inserito attraverso il mercato, elementi di qualità in un gruppo già amalgamato. Il manager dei Wolves Nunö Espirito Santo ha creato già l’anno scorso delle basi solide, con elementi cardine, aggiungendone altri potenzialmente in grado di inserirsi da subito negli schemi del tecnico portoghese. Com’era prevedibile la lunga mano di Jorge Mendes ha portato nelle West Midlands altri giocatori lusitani, ambiti da club anche più importanti dei Wolves. Sono arrivati infatti i nazionali portoghesi Rui Patricio e Joäo Moutinho rispettivamente dallo Sporting Lisbona e dal Monaco. Oltre a questi due, sono sbarcati al Molineux fra gli altri, il nazionale messicano Raúl Jimenez dal Benfica, gli spagnoli Jonny Castro dall’Atletico Madrid e Adama Traoré dal Middlesbrough, e il belga Leander Dendoncker dall’Anderlecht. Tutti questi acquisti sono peraltro tutti potenziali titolari nel nuovo Wolverhampton pensato da Espirito Santo, segno che la dirigenza dei Wolves vuole alzare il livello e giocarsi le proprie carte anche in Premier. L’anno scorso hanno stupito tutti dominando o quasi in Championship, vedremo se anche al piano superiore i lupi in versione portoghese riusciranno a ripetersi.

Cardiff City

Il Cardiff City, forse ancora più del Wolverhampton, ha sorpreso tutti ottenendo la promozione quando nessuno ci avrebbe scommesso un solo pound. Quello di Neil Warnock è stato un autentico capolavoro, uno dei tanti collezionati da un manager specializzato nelle promozioni. E proprio nel manager che ripongono tutte le speranze i tifosi dei Bluebirds, dopo un mercato meno scoppiettante rispetto alle altre due neopromosse. Sono arrivati in GallesBobby Reid attaccante del Bristol City, Josh Murphy dal Norwich City, lo spagnolo Victor Camarasa dal Betis Siviglia, Greg Cunningham dal Preston North End, e Harry Arter dal Bournemouth. Acquisti che probabilmente non attireranno le folle, ma potranno diventare funzionali per le idee di Warnock che ha già dimostrato più di una volta, di riuscire a fare le nozze con i fichi secchi. La rosa non appare particolarmente rinforzata rispetto alla passata stagione, fatta eccezione per l’attacco probabilmente, e la sensazione è che il Cardiff dovrà lottare fino alla fine per conquistare la salvezza.

Fulham

Il Fulham è senza alcun dubbio una delle protagoniste dell’intero mercato della Premier League dopo aver speso oltre 100 milioni di sterline per 12 giocatori. I Cottagers avevano una buona rosa composta da un mix di giovani ed esperti, guidati da un allenatore emergente come Slavisa Jokanovic, sondato anche dal Chelsea per il dopo Conte. La dirigenza del club ha voluto fare le cose in grande per accontentare il tecnico serbo, portando a Craven Cottage elementi di indiscussa qualità. La lista di nuovi acquisti comprende: Jean Michaël Seri e Le Marchand dal Nizza, Alfie Mawson dallo Swansea, Sergio Rico dal Siviglia, Luciano Vietto dall’Atletico Madrid, Joe Bryan dal Bristol City, Fabricio dal Besiktas, André Schürrle dal Borussia Dortmund, Fosu Mensah dal Man United, Calum Chambers dall’Arsenal e André Zambo Anguissa dal Marsiglia. A questi va aggiunta l’acquisizione a titolo definitivo di Aleksandar Mitrovic dal Newcastle, dopo i sei mesi di prestito dai Magpies. Sembra evidente che per la dirigenza dei Cottagers la salvezza non sarebbe in linea con una campagna acquisti così ricca e dispendiosa. Da non trascurare nemmeno il fatto che i due giocatori con più talento e più richiesti, ovvero Sessegnon e Cairney, siano stati tolti dal mercato con grande fermezza dal Fulham, a conferma di un progetto ambizioso con basi solide. Toccherà adesso a Jokanovic mettere insieme un gruppo così qualitativamente importante per provare a stupire anche in Premier League.