Si è concluso un altro (lungo) weekend di 2. Bundesliga e le sorprese non sono ovviamente mancate. La classifica si è accorciata ancora di più, tanto che tra la seconda e la tredicesima ci sono soltanto sei punti. Lotta promozione accesissima, con il Colonia che prova a prendere il largo ed è a +3 sulla seconda, che è cambiata: ora a inseguire l’Effzeh c’è l’Union Berlino.

Il match più atteso dell’ottava giornata di Zweite Liga era però un altro: il caldissimo derby di Amburgo tra l’HSV e il St. Pauli, che si è concluso senza reti e con poche emozioni in campo. Molte di più sugli spalti, dove le due tifoserie hanno reso l’atmosfera bollente al Volksparkstadion. Dopo sette anni è stata la tensione ad avere la meglio e il punto sta molto meglio ai Kiezkicker piuttosto che all’Amburgo, che è senza gol e vittoria da tre partite.

I gol non mancano al Colonia, che tanto per cambiare ha vinto trascinato da una doppietta di Simon Terodde, i cui numeri sono sempre più incredibili: già 12 i gol in stagione per l’attaccante, ancora trascinatore del Colonia e decisivo anche sul campo dell’Arminia Bielefeld nell’1-3 finale della squadra di Markus Anfang. Quarta vittoria in quattro trasferte e vantaggio aumentato sulle inseguitrici.

Cambia invece la seconda in classifica, che non è più l’Amburgo ma l’Union Berlino, l’unica ancora attualmente imbattuta in tutta la Zweite: 4 pareggi e 4 successi per 16 punti totali. I berlinesi hanno battuto 1-2 l’Ingolstadt, rovinando anche la seconda di Alexander Nouri. Protagonisti Seb Andersson e Gogia, due delle certezze di Urs Fischer in questo sorprendente avvio di stagione che sta proiettando l’Union tra le candidate alla promozione. Segue a ruota il Greuther Fürth, trascinato da Daniel Keita-Ruel, arrivato al sesto gol stagionale, anche sul campo della Dynamo Dresda. Il suo gol è stato decisivo per la vittoria 0-1 del Kleeblatt. Dresda che vivrà anche una settimana di caos dirigenziale dopo le dimissioni di alcuni membri del board.

L’Union vola ed è l’unica imbattuta della Zweite.

Tra le sorprese di questo inizio di stagione salgono a passo rapido Jahn Regensburg e Paderborn. I bavaresi sono riusciti a centrare la terza vittoria consecutiva, sul campo del Duisburg per 1-3, forzando anche l’esonero di Ilia Gruev: le Zebras sono ultime a 2 soli punti e non hanno ancora vinto una partita, unica squadra ancora a secco in Zweite. Bene anche il Paderborn, di misura sull’Erzgebirge Aue: 1-0 con rete di Tekpetey. Vittoria di prestigio e soprattutto convincente anche per l’Heidenheim, che ha iniziato senza continuità ma con vittorie importanti, come quella del weekend con il Bochum per 3-2 di rimonta: reti decisive del centravanti Glatzel, a 6 gol in Zweite, e della bandiera Schnatterer. Momento molto negativo per il VfL: una sola vittoria nelle ultime 5 partite, bottino piuttosto povero per Robin Dutt.

Arriva la terza sconfitta consecutiva per il Darmstadt contro l’Holstein Kiel nel festival del gol della giornata: 4-2 per die Störche, ritorno alla vittoria dopo tre partite consecutive. Primo successo stagionale invece per il Magdeburgo dopo 5 pareggi e 2 vittorie: 1-0 contro il Sandhausen, decisivo Christian Beck.