La nona giornata di Zweite Liga 2018/19 non ha cambiato più di tanto le gerarchie in classifica, che rimane cortissima, ma ci è andata molto molto vicina. Sicuramente non ha annoiato, tutt’altro: le sorprese non sono mancate. Ecco i cinque temi principali.

Il testacoda imprevisto

La principale sorpresa è arrivata nel montagsspiel sul campo della capolista Colonia. Il match contro il Duisburg ultimo in classifica e ancora senza vittorie doveva essere una formalità, invece le Zebras hanno sorpreso tutti vincendo 2-1 al RheinEnergieStadion in casa dell’effzeh, al terzo stop in cinque gare interne. Eroe del match è stato Cauly, autore di un gol ed entrato in modo decisivo nell’azione dell’autogol di Bader che è valso l’1-2 finale. Prima vittoria alla prima partita per Torsten Lieberknecht, leggenda del Braunschweig: è stato sulla panchina dal 2008 al 2018 e quella al Duisburg è la prima esperienza lontano dai Löwen. Iniziata col piede giusto, con la prima vittoria in campionato del club. Il Colonia ha pagato caro il digiuno di Terodde, non è bastato il gol di Hector.

Il gol del portiere

L’effzeh è riuscito comunque a mantenere la vetta della classifica in solitaria grazie allo stop dell’Union Berlino, l’unica che poteva agganciarlo. In realtà i berlinesi hanno anche rischiato di perdere partita e imbattibilità in casa contro un ottimo Heidenheim. A salvarli ci ha pensato l’uomo meno atteso di tutti al 94′: il portiere! Rafal Gikiewicz ha segnato il proprio primo gol in carriera con un colpo di testa decisivo per l’1-1 finale. Un gol pesantissimo, sia perché mantiene la squadra al secondo posto, sia perché permette di non togliere lo zero dalla casella delle sconfitte.

Glatzel e Klement, i bomber a sorpresa

Non fanno rumore quanto il gol di un portiere, ma Glatzel e Klement sono sicuramente due dei giocatori più caldi di Zweite. La classifica dei marcatori che non si chiamano ‘Simon Terodde’ la stanno vincendo proprio queste due sorprese. 7 gol a testa per Robert Glatzel e Philipp Klement, giocatori di diverso ruolo e diversa formazione. Il primo, attaccante dell’Heidenheim, è un classe 1994 ex Kaiserslautern stabilmente in Zweite da nemmeno due anni. Iniziava la stagione con 8 gol in 48 partite, ne ha fatti 7 in 9. Klement ha invece scalato Regionalliga e Dritte con le seconde squadre di Norimberga e Mainz prima di avere la chance al Paderborn. Nel weekend, come ci dice la statistica Opta, è diventato il primo giocatore dal 2014 a segnare due gol su punizione diretta nella stessa partita di Zweite.

Ostderby in Zweite

La partita più sentita della giornata senza ombra di dubbio si è giocata a Magdeburgo: l’Ostderby con la Dynamo Dresda è terminato 2-2 e in campo è successo di tutto, compreso un rigore sbagliato dalla Dynamo al 90′ e successivo pareggio dei padroni di casa. Lo spettacolo vero però lo hanno dato le due tifoserie, il settore ospiti dell’SGD e il Block U dei padroni di casa.

Ingolstadt, cosa succede?

Sia Dynamo che Magdeburgo stanno risalendo la classifica, cosa che non riesce invece all’Ingolstadt. Gli Schanzer contro il Paderborn hanno collezionato la quinta sconfitta consecutive, la terza in tre partite (tutte per 2-1) da quando in panchina c’è Alexander Nouri. L’Ingolstadt non demerita, gioca ma dietro balla troppo, tanto da aver la peggior difesa del campionato. E davanti fatica a segnare: solo il Sandhausen fa peggio. Ma, come dimostra questo video, c’è anche la sfortuna di mezzo.

Classifica e risultati

Tutti i risultati delle partite della nona giornata di Zweite 2017/18:

La classifica: